Tiene sotto controllo la pressione arteriosa, riduce il rischio di tutte le malattie di cuore e vasi, nonché dei tumori, regolarizza le funzioni dell’apparato gastrointestinale, previene l’osteoporosi, irrobustisce i muscoli della cassa toracica, ed aiuta a dimagrire.

Camminare apporta indubbi benefici alla salute, e non solo a quella del corpo, ma anche a quella della mente: liberando endorfine, agisce infatti anche sull’umore, contrastando l’insorgenza di stress, ansia e depressione.

Camminare risulta dunque essere un vero e proprio toccasana per l’organismo, un’autentica forma di benessere. Bastano trenta minuti al giorno per alleviare le tensioni e allontanare i pensieri negativi: già dopo i primi passi ci si sente rigenerati, più in contatto con sé stessi, con la propria anima, messa finalmente “a nudo” e liberata da ogni forma di sovrastruttura o costrizione.

E poi camminare favorisce il pensiero creativo, libera l’immaginazione e la fantasia, sviluppa nuove idee. Ed infatti Nietzsche scriveva “Tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si cammina”.

Ed ancora, camminare fa sì che l’individuo “vada in direzione” dei propri sogni, dei propri desideri, scegliendo chi voglia essere. Perché c’è un altro “cammino”,  quello entro sé stessi, entro la propria interiorità, che consente di scoprire nuovi aspetti del proprio carattere, nuove sfaccettature della propria personalità.

Qualche spunto di riflessione lo troviamo nella seguente raccolta di frasi e aforismi sul camminare:

Tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si cammina.
(Friedrich Nietzsche)

Camminare è, ad ogni passo, un incontro con noi stessi.
(R. Tagore)

Cerca di raggiungere la meta, finché puoi camminare.
(Gustav W. Heinemann)

Quando non ho avuto più niente da perdere, ho ottenuto tutto. Quando ho cessato di essere chi ero, ho ritrovato me stesso. Quando ho conosciuto l’umiliazione ma ho continuato a camminare, ho capito che ero libero di scegliere il mio destino.
(Paulo Coelho)

Bisogna camminare nella direzione dei nostri sogni, altrimenti perdiamo l’incanto della vita.
(Romano Battaglia)

Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però, non trattenerti mai!
(Madre Teresa di Calcutta)

Camminare è forse, mitologicamente, il gesto più comune, e quindi il più umano.
(Roland Barthes)

Camminare è aprire frontiere, uscire, aprire porte e cercare strade. Camminare… Non stare seduti; non installarsi, nel cattivo senso della parola. E’ vero, c’è bisogno di organizzare cose, ci sono lavori che esigono di stare tranquilli, però con l’anima, con il cuore e la testa camminare e cercare.
(Papa Francesco)

So che non ti piace camminare, ma guarda che è solo un pregiudizio. Camminare è una guarigione. Un’esperienza di salvezza. Mi devi credere.
(Michele Serra)

Viandante, il sentiero non è altro che le orme dei tuoi passi. Viandante, non c’è sentiero, il sentiero si apre camminando.
(Antonio Machado)

La vera casa dell’uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi.
(Bruce Chatwin)

Le idee vengono camminando, diceva Nietzsche. Il camminare dissipa il pensiero, professava Sankara. Le due tesi sono ugualmente fondate, quindi ugualmente vere, e chiunque può accertarsene nello spazio di un’ora, talvolta di un minuto…
(Emil Cioran)

Camminare vi impedisce di lambiccarvi con interrogativi senza risposta, mentre a letto si rimugina l’insolubile fino alla vertigine.
(Emil Cioran)

Non si fa la felicità di molti facendoli correre prima che abbiano imparato a camminare.
(John Fowles)

Il sole non è mai così bello come il giorno in cui ci si mette in cammino.
(Jean Giono)

La nostra vita è un camminare, illuminati dalle luci che rischiarano la strada, per trovare la pienezza della verità e dell’amore.
(Papa Francesco)

Agisco, penso, sogno, cammino, dunque vivo. Se camminare favorisce l’immaginazione, pensare camminando è più aleatorio. Il volo di un’aquila, la corsa di una nuvola, la fuga di una lepre, un crocevia spostato, il profumo stordente di un fiore sconosciuto, il richiamo di un pastore o l’infinito incresparsi di dune: tutto quello che si deve, si sente, si ascolta, ostacola la continuità della riflessione e favorisce il sogno.
(Bernard Ollivier)

Mai ho pensato, ho vissuto, sono stato vivo a me stesso, se così posso dire, come in quei viaggi che ho fatto a piedi e da solo.
(Jean Jaques Rousseau)

Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Cammino per dieci passi e l’orizzonte si sposta di dieci passi più in là. Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l’utopia? Serve proprio a questo: a camminare.
(Eduardo Galeano)

Vado per strade trafficate, vicino
dove il Tamigi trafficato scorre
e annoto in ogni volto incontrato
segni di debolezza, segni di dolore.
(William Blake)

Non c’è cammino troppo lungo per chi cammina lentamente, senza sforzarsi; non c’è meta troppo alta per chi vi si prepara con la pazienza.
(Jean de La Bruyère)

Camminando si consumano le scarpe, ma si vede il mondo che ci circonda. Stando fermi si consuma il cervello e non si vede niente.
(Romano Battaglia)

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.
(John Muir)

Da soli si cammina veloci, ma insieme si va lontano…
(Filippo Clerici)

Una strada ti porterà sempre ovunque tu voglia, oltre i confini geografici e politici. I tuoi piedi poggiano sul sentiero che, come un’arteria, è unito al resto del mondo. Basta il primo passo, e milioni di altri che lo seguiranno, finché t’accorgerai che nessun posto è davvero irraggiungibile.
(Alessandro J. De Stefano)

Raro cade chi ben cammina.
(Leonardo da Vinci)

La vita è un labirinto nel quale si prende la strada sbagliata prima ancora di aver imparato a camminare.
(Cyril Connolly)

Chi vuol ben camminare all’alba s’ha da alzare, con sé poco portare, a passo ugual marciare, le vie farsi indicare e tutti i guai e i mali scordare.
(Adagio popolare toscano)

Non puoi insegnare al granchio a camminare diritto.
(Aristofane)

Perché a volte, nei momenti più impensati, per strada, puoi sentire l’anima lacerarsi, catturata dalla storia di qualcuno che ti è appena passato accanto.
(David Grossman)

L’idealista cammina in punta di piedi, il materialista sui talloni.
(Malcolm de Chazal)

Se cercate idee creative andate a piedi. Gli angeli sussurrano a uomo quando va a fare una passeggiata.
(Raymond I. Myers)

Il mondo è lo stesso per tutti noi, e bene e male, peccato e innocenza, lo attraversano tenendosi per mano. Chiudere gli occhi di fronte a metà della vita per vivere in tranquillità è come accecarsi per poter camminare con maggior sicurezza in una landa disseminata di burroni e precipizi.
(Oscar Wilde)

A piedi vai veramente in campagna, prendi sentieri, costeggi le vigne, vedi tutto. C’è la stessa differenza che guardare un acqua o saltarci dentro.
(Cesare Pavese)

Non c’è tristezza che, camminando, non si attenui e lentamente si sciolga.
(Romano Battaglia)

Il segreto per vivere a lungo è: mangiare la metà, camminare il doppio, ridere il triplo e amare senza misura.
(Proverbio cinese)

Se si rallenta il passo quando due sguardi si incrociano, non è certo per un eccesso di prudenza.
(Toni Baldi)

Basterebbe una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene.
(Mario Rigoni Stern)

Nel camminare, la volontà e i muscoli sono così abituati a lavorare assieme e ad eseguire il loro compito con così poca spesa di energie che l’intelletto viene lasciato relativamente libero.
(Oliver Wendell Holmes Jr.)

Le idee fisse sono come, per esempio, i crampi ai piedi − il miglior rimedio è camminarci sopra.
(Søren Kierkegaard)

Se il vento mi trasporta per niente, perché devo camminare?
(John Le Carré)

Spesso, vivendo, commettiamo un altro errore: camminiamo troppo in fretta, senza gustare né vedere le piccole grandi cose dell’esistenza. Non bisogna essere ansiosi di arrivare: non sappiamo, e mai sapremo, che cosa ci riserva il destino.
(Romano Battaglia)

L’uomo è l’unico animale che non apprende nulla senza un insegnamento: non sa parlare, né camminare, né mangiare, insomma non sa far nulla allo stato di natura tranne che piangere.
(Plinio il Vecchio)

Il bello di essere architetto è che puoi camminare nei tuoi sogni.
(Harold Wagoner)

Devi stare in forma. Mia nonna iniziò a camminare per cinque miglia al giorno quando aveva sessant’anni. Ora ne ha novantasette, e non sappiamo dove diavolo sia finita.
(Ellen Lee Degeneres)

Sono allarmato quando succede che ho camminato un paio di chilometri nei boschi solo con il corpo, senza arrivarci anche con lo spirito.
(Henry David Thoreau)

Se tracci col gesso una riga sul pavimento, è altrettanto difficile camminarci sopra che avanzare sulla più sottile delle funi. Eppure chiunque ci riesce tranquillamente perché non è pericoloso. Se fai finta che la fune non è altro che un disegno fatto col gesso e l’aria intorno è il pavimento, riesci a procedere sicuro su tutte le funi del mondo. Ciò che conta è tutto dentro di noi; da fuori nessuno ci può aiutare. Non essere in guerra con se stessi, vivere d’amore e d’accordo con se stessi: allora tutto diventa possibile. Non solo camminare su una fune, ma anche volare.
(Hermann Hesse)

Se non ti fermano mentre ti allontani allora continua a camminare. Guarda avanti, senza voltarti.
(Paulo Coelho)

Camminare non è un’arte perduta, dobbiamo pur, in qualche modo, arrivare al garage.
(Evan Esar)

Che cos’è un passo? E’ il possibile di fronte al tutto.
(Padre Gian Maria Polidoro)

Camminare non è semplicemente terapeutico per l’individuo ma è un’attività poetica che può guarire il mondo dei suoi mali.
(Bruce Chatwin)

Non camminare davanti a me, potrei seguirti. Non camminare dietro di me, potrei non esserti guida. Cammina al mio fianco, ed insieme troveremo la via.
(Albert Camus)

Nessuna città dovrebbe essere tanto grande che un uomo una mattina non possa uscirne camminando.
(Cyril Connolly)

Forse la percezione del mondo non dipende dai luoghi, ma dall’andatura. Se vai lento, ovunque tu sia nella fascia temperata del Globo, le tue notti si popoleranno di grilli, belati, fumo di legna, erbe aromatiche, stelle. D’inverno ti addormenterai circondato di luce lunare fredda, odore di lana infeltrita e letame, tè bollenti e sogni caldi, quelli dove le persone hanno odore e sapore. In una parola, la vita.
(Paolo Rumiz)

Camminare è scuola di vita: durante un’escursione, come nella vita, ci sono tante salite, poche pianure, e le discese, apparentemente facili, appaiono spesso molto più dure delle tanto temute salite.
(Giovanni Cecconi)

Chi è stato morso dal serpente anche solo una volta avrà sempre paura di camminare nell’erba alta.
(Proverbio cinese)

Il vero miracolo non è volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra.
(Li Lin Chi)

Dobbiamo camminare in modo da stampare solo la pace e la serenità sulla Terra. Cammina come se stessi baciando la terra con i piedi.
(Thich Nhat Hanh)

E’ possibile dare una definizione preliminare di camminare come spazio dell’enunciazione.
(Michel de Certeau)

Camminare per me significa entrare nella natura. Ed è per questo che cammino lentamente, non corro quasi mai. La Natura per me non è un campo da ginnastica. Io vado per vedere, per sentire, con tutti i miei sensi. Così il mio spirito entra negli alberi, nel prato, nei fiori. Le alte montagne sono per me un sentimento.
(Reinhold Messner)

Chi cammina dietro agli altri non deve pretendere di arrivare dove quelli non arrivarono.
(Arturo Graf)

Il viaggiatore più veloce è colui che va a piedi.
(Henry David Thoreau)

Il passo di chi sa camminare non lascia traccia.
(Proverbio cinese)

Quello che mi interessa è solo vivere, capito cosa voglio dire? Pensare positivamente, puro e chiaro. E potrò camminare sempre a testa alta e fare le cose liberamente.
(Bob Marley)

Il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.
(Italo Calvino)

Un gatto, ne sono convinto, può camminare su una nuvola.
(Jules Verne)

Camminare è l’unica forma di trasporto in cui un uomo procede eretto – come deve essere un uomo – sulle proprie gambe, sotto il suo potere. C’è grande soddisfazione in questo.
(Edward Abbey)

L’Italia ha un grande bisogno di un viaggio lento. Da noi si è smesso di viaggiare: ci si sposta. Così il mondo minore scompare e la memoria pure.
(Paolo Rumiz)

Il giovane cammina più veloce dell’anziano, ma l’anziano conosce la strada.
(Proverbio africano)

L’atto di camminare senza fretta è un atto di rivolta. E’ una presa di posizione contro i valori borghesi, contro una vita incentrata sugli obiettivi da raggiungere, contro i troppi impegni, il trambusto, le seccature. Per lo spirito creativo, l’atto di camminare riconcilia lavoro e gioco.
(Tom Hodgkinson)

Camminare ci mette sulla verticale dell’asse della vita.
(ibidem)

Se sei pronto a lasciare il padre e la madre, e il fratello e la sorella, e la moglie e il figlio e gli amici, e a mai più rivederli, se hai pagato i tuoi debiti e stilato il testamento, se hai sistemato tutte le cose e sei un uomo libero, allora sei pronto per una passeggiata.
(Henry David Thoreau)

Se non ti annoi a camminare con qualcuno in silenzio, hai davvero qualcosa da dire a quella persona.
(Caterina Bonvicini)

Nel camminare, il vero segno della sicurezza è una giusta lentezza. Intendo, con questo, una lentezza del camminatore che non è l’esatto contrario della velocità. In primo luogo, è l’estrema regolarità del passo, la sua uniformità. Al punto che potremmo quasi dire che il buon camminatore scivola.
(Frédéric Gros)

Non si fa niente camminando, si cammina e basta. Ma non aver altro da fare che camminare permette di ritrovare il puro sentimento di essere, di riscoprire la semplice gioia di esistere.
(Frédéric Gros)

È così difficile stare dentro le scarpe di una donna sola. Per questo ne servono di veramente speciali. Per camminare un po’ più allegramente.
(Carrie Bradshaw – Sarah Jessica Parker)

Il nostro camminare è un cadere continuamente trattenuto.
(Arthur Schopenhauer)

Prima di criticare qualcuno, cammina per un miglio nelle sue scarpe.
(Proverbio dei nativi americani)

Gli uomini camminano insieme, parlano insieme, dormono insieme, ma non si conoscono. Se gli uomini si conoscessero non camminerebbero insieme, non parlerebbero insieme, non dormirebbero insieme.
(Thomas Bernhard)

Fatti per correre o per rallentare, c’è anche chi ha deciso di camminare al passo che gli pare.
(Luciano Ligabue)

Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.
(Bernardo di Clairvaux)

Il viaggio a piedi, in solitaria, pone l’uomo di fronte a sé stesso, lo libera dal vincolo del corpo, dall’ambiente abituale che lo trattiene all’interno di una visione del mondo scontata, ragionevole e condizionata… Il camminare da solo mi mette a nudo e mi induce a pormi quesiti sulla mia vita e i miei progetti. E poi tutti questi incontri mi affascinano. La fame di conoscenza mi sospinge quasi quanto il piacere di camminare.
(Bernard Ollivier)

La cosa più difficile è definire un cammino per noi stessi. Chi non compie una scelta, agli occhi del Signore muore, anche se continua a respirare e a camminare per le strade. Perché l’uomo deve scegliere. In questo sta la sua forza: il potere delle sue decisioni.
(Paulo Coelho)

Tu, chiunque tu sia, che nell’instabilità continua della vita presente, ti accorgi di essere sballottato tra le tempeste più che camminare sulla terra, tieni ben fisso lo sguardo al fulgore di questa stella, se non vuoi essere spazzato via dagli uragani.
(San Bernardo)

Camminando si apprende la vita,
camminando si conoscono le persone,
camminando si sanano le ferite del giorno prima.
Cammina, guardando una stella, ascoltando una voce,
seguendo le orme di altri passi.
(Ruben Blades)

L’uomo non è una bestia. Si è innalzato a una condizione superiore dopo innumerevoli nascite in forma animale. Egli è nato per stare eretto, non per camminare a quattro zampe o per strisciare. La distanza che ormai separa la bestialità dalla condizione umana è la stessa che separa la materia dallo spirito.
(Gandhi)

Troppa gente si occupa dei sensi unici e dei sensi vietati, senza mai mettersi in cammino.
(Fabrizio Caramagna)

Non perdere la voglia di camminare: io, camminando ogni giorno, raggiungo uno stato di benessere e mi lascio alle spalle ogni malanno; i pensieri migliori li ho avuti mentre camminavo, e non conosco pensiero così gravoso da non poter essere lasciato alle spalle con una camminata… ma stando fermi si arriva sempre più vicini a sentirsi malati… Perciò basta continuare a camminare, e andrà tutto bene.
(Bruce Chatwin)

Nel mezzo del cammin di nostra vita…
(Dante)

Dovremmo invece compiere anche la più breve camminata in un spirito di immortale avventura, non tornare mai più, pronti a disfarci dei nostri cuori atrofizzati come con delle reliquie dai nostri desolati regni.
(Henry David Thoreau)

Dalla vetta non si va in nessun posto, si può solo scendere.
(Mauro Corona)

Non ti affrettare, il buon camminatore arriva.
(Invito dei faraoni egizi)

Non avevano mai camminato insieme e lo affascinò il candore con cui procedevano l’uno accanto all’altra.
(Gabriel García Márquez)

Da quando ho imparato a camminare mi piace correre.
(Friedrich Nietzsche)

Ogni scarpa una camminata, ogni camminata una diversa concezione del mondo.
(Nanni Moretti)

Se resto fermo in un posto abbastanza a lungo la gente smette di guardarmi ed io posso camminare in mezzo a loro. La gente smette di guardarmi e allora posso farlo io.
(William Burroughs)

Quando uno è solo cammina più rapidamente.
(Napoleone Bonaparte)

Quando le tue gambe sono stanche, cammina con il cuore.
(Paulo Coelho)

Il miracolo non è quello di camminare sulle acque, ma di camminare sulla terra verde nel momento presente e d’apprezzare la bellezza e la pace che sono disponibili ora.
(Thich Nhat Hanh)

Io vivo appassionatamente la mia vita. Amo i suoi cambiamenti, il suo colore, i suoi movimenti. Saper parlare, vedere, udire, camminare, avere la musica e la pittura. Tutto questo è un miracolo! Tutto questo è gioia!
(Arthur Rubinstein)