Buoni propositi, entusiasmo per tutte le nuove possibilità che ci vengono incontro, voglia di buttare il passato alle spalle… il Capodanno significa soprattutto questo. Poi il momento passa, la routine torna ad opprimere le nostre giornate e tutti quei meravigliosi propositi si accumulano con quelli degli anni precedenti. Tutto rimane identico, immobile e immutato. Questo succede perché dal 31 dicembre al 1 gennaio noi siamo gli stessi; non c’è un processo di crescita che ci cambia, siamo esattamente uguali a come eravamo fino a poche ore prima. Non è l’anno che deve cambiare, siamo noi all’interno del tempo che dobbiamo modificarci. Per farlo non serve attendere 12 mesi, 365 giorni e 4 stagioni. Si può iniziare fin da subito, in qualunque momento e nel luogo in cui si è. I buoni propositi nascono dal desiderio di cambiamento che è insito in ognuno di noi, sono difficili da attuare ma sono soprattutto questione di buone abitudini. Basta modificare quelle cattive ed il gioco è fatto! Così potremmo smettere di lamentarci che tutti gli anni sono brutti uguali, che ci aspettavamo il grande cambiamento che non è avvenuto. Cominciate ora, così, come investimento per il futuro… Da quel momento in poi ogni Capodanno sarà meraviglioso!

L’anno nuovo nasce sempre con un pericoloso precedente: l’anno vecchio.
(Pino Caruso)

Al primo posto nella lista dei buoni propositi per l’anno nuovo c’e’ il non fare una lista di buoni propositi per l’anno nuovo.
(Anonimo)

Un nuovo inizio grazie al calendario. Succede ogni anno. Rimettiamo l’orologio su Gennaio. Il nostro premio per essere sopravvissuti alle feste è un nuovo anno. Rinverdire la grande tradizione dei propositi per l’anno nuovo. Buttati il passato alle spalle e ricomincia. È difficile resistere alla tentazione dell’inizio, alla voglia di accantonare i problemi dell’anno vecchio.
(Meredith Grey)

Avrò la forza, questa notte di san Silvestro, di buttare tutti i libri dalla finestra per uscire domani nel sole?
(Gesualdo Bufalino)

Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?
(Giacomo Leopardi)

Augurarsi e augurare che l’anno nuovo risulti migliore del precedente è consuetudine antica. E significativa. Ci dice come in tutta la storia dell’umanità non ci sia mai stato un anno così ben riuscito da chiedergli il bis.
(Pino Caruso)

La prima frase che sentirete nell’anno nuovo è: “Sul mio orologio segna ancora 59!”.
(Valolic, Twitter)

Odio il capodanno. Voglio che ogni mattino sia per me un capodanno. Ogni giorno voglio fare i conti con me stesso, e rinnovarmi ogni giorno.
(Antonio Gramsci)

Giunti al capo d’anno, ci scopriamo sopraffatti dalla routine. E questo giorno ci appare assolutamente uguale agli altri. Il che “non” è vero. Perché le ricorrenze servono: a commemorare oppure a rinnovare. Occasioni di memoria e di speranza, per tornare indietro con gli occhi e la mente. Oppure, al contrario, per proiettarci in avanti.
(Ilvo Diamanti)

Quanto odio i festeggiamenti di Capodanno. Tutti vogliono disperatamente divertirsi, cercando di festeggiare in qualche misera, patetica maniera. Festeggiare che cosa? Un altro passo verso la tomba? Ecco perché non lo dirò mai abbastanza: qualunque amore riusciate a dare o a ricevere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia: basta che funzioni.
(Boris Yellnikoff)

Salutiamo insieme questo nuovo anno che invecchia la nostra amicizia senza invecchiare il nostro cuore.
(Victor Hugo)

«Con quale desiderio Lei entra nell’anno nuovo?» Con il desiderio di essere risparmiato da domande del genere.
(Karl Kraus)

Il comportamento giusto per tutto il periodo delle feste è quello di essere ubriaco. Tale stato culmina nel Capodanno quando sei così ubriaco da baciare la donna che hai sposato.
(P. J. O’Rourke)

Amministriamo con parsimonia l’ottimismo, perché ci basti fino alla fine dell’anno.
(Stanisław Jerzy Lec)

Quando capita il single ad una festa di capodanno con coppie, non si sa mai chi invidia di più chi.
(m4gny, Twitter)

All’una e trenta, ora illegale del maestro Canello, vale a dire la mezzanotte reale, la città salutò esplodendo l’Anno Nuovo!
(Dal film: Fantozzi)

Oltre al Capodanno, la capobeffa.
(Lia Celi, Twitter)

Il tempo non ha divisioni per segnare il suo passaggio, non c’è mai una tempesta di tuoni o squilli di trombe per annunciare l’inizio di un nuovo mese o anno. Anche quando inizia un nuovo secolo siamo solo noi mortali che suonaniamo le campane e spariamo a salve.
(Thomas Mann)

Chi rompe un proposito è un debole;
Chi pensa di attuarlo è uno sciocco.
(FM Knowles)

a mezzanotte in punto / 1973-74 / Los Angeles / ha cominciato a piovere sulle / foglie di palma fuori dalla mia finestra / i clacson e i fuochi d’artificio / sono partiti / e tuonava. / ero andato a letto alle 21.00 / spento le luci / tirate su le coperte – / la loro letizia, la loro felicità, / le loro urla, i loro cappelli di carta, / le loro automobili, le loro donne, / i loro ubriachi dilettanti… la notte di Capodanno mi terrorizza / sempre / la vita non sa nulla degli anni. / adesso i clacson hanno smesso come / e i fuochi d’artificio e i tuoni… / tutto è finito in cinque minuti… / odo soltanto la pioggia / sulle foglie di palma, / e penso: / non capirò mai gli uomini, / ma ho superato / anche questa.
(Charles Bukowski)

“Perché c’è San Silvestro e non c’è San Titti?”. Le domande del bambino cresciuto dai Warner Bros.
(ivanzazzaroni, Twitter)

Oh amore! Tu per me sei come il pranzo di Natale, come il rutto di Capodanno, come le pulizie di Pasqua!
(Luciana Littizzetto)

Anno nuovo vita nuova. (Proverbio)

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà / io mi sto preparando è questa la novità.
(Lucio Dalla)

Chi lavora per Capodanno, lavora tutto l’anno. (Proverbio)

Buon anno a quelli che sono convinti che sparare petardi grandi come bombe atomiche rafforzi la loro virilità
(Twitstupidario, Twitter)

Se ami qualcuno lascialo andare, se non torna mandagli un messaggio da ubriaca alla mezzanotte di capodanno.
(manuela_reich, Twitter)

87236787622… 87236787621… 87236787620… 87236787619… Bon, io comincio il conto alla rovescia del capodanno del prossimo anno.
(Anonimo)

Spero che almeno i cotechini del cenone di capodanno non abbiano i leggings.
(Dbric511, Twitter)

Ogni mattino, quando mi risveglio ancora sotto la cappa del cielo, sento che per me è capodanno. Perciò odio questi capodanni a scadenza fissa che fanno della vita e dello spirito umano un’azienda commerciale col suo bravo consuntivo, e il suo bilancio e il preventivo per la nuova gestione. Essi fanno perdere il senso della continuità della vita e dello spirito. Si finisce per credere sul serio che tra anno e anno ci sia una soluzione di continuità e che incominci una novella istoria, e si fanno propositi e ci si pente degli spropositi, ecc. ecc. È un torto in genere delle date.
(Antonio Gramsci)

Sii sempre in guerra con i tuoi vizi, in pace con i tuoi vicini, e lascia che ogni nuovo anno ti trovi un uomo migliore.
(Benjamin Franklin)

Il mese di gennaio è quello in cui si fanno gli auguri ai propri amici. Gli altri mesi sono quelli in cui gli auguri non si realizzano.
(Georg Lichtenberg)

Che fai a Capodanno? Chiudo senza salvare.
(azael, Twitter)

L’ultimo dell’anno chiuda la porta.
(Comeprincipe, Twitter)

Ecco l’asso della I guerra mondiale che guizza per l’aria col suo Sopwith Camel. E’ una vergogna dover uscire in missione il primo dell’anno! Per chi ci ha presi quella gente del comando? In effetti, sono stato su tutta la notte a bere birra! [Snoopy]
(Peanuts)

L’obiettivo di un nuovo anno non è avere un nuovo anno.
È che dovremmo avere una nuova anima e un nuovo naso; piedi nuovi, una nuova spina dorsale, nuove orecchie e occhi nuovi.
(G.K. Chesterton)

Il primo dell’anno: giorno straziante quando non si ha famiglia, odioso quando la si ha.
(Alfred Capus)

L’ultimo dell’anno è un giorno d’angoscia in cui si fa il riepilogo di tutti i sabati sera.
(Gianni Monduzzi)

Vi ricordo che i botti di capodanno sono vietati ai minori di 18 anni e evitati dai maggiori di 18 neuroni.
(postofisso2012, Twitter)

Auguri a tutti quelli che per festeggiare capodanno con qualcosa di rosso indosseranno il proprio estratto conto.
(Fragmentarius, Twitter)

A chi di dovere. Scrivo con riferimento ai giorni belli. Ne voglio trecentossessantacinque. Se vuoi dei bei giorni, la cosa migliore è ordinarli un anno per volta! [Lucy van Pelt]
(Peanuts)

Buon anno a tutte le cose: / al mondo! al mare! alle foreste! / Buon anno a tutte le rose / che l’inverno prepara in segreto. / Buon anno a tutti coloro che mi amano / e stanno ad ascoltarmi… / E buon anno, nonostante tutto, anche a tutti coloro che non mi amano.
(Rosemonde Gérard)

Il vecchio anno è passato. Lasciate che il passato morto seppellisca la propria morte. Il nuovo anno ha preso possesso dell’orologio del tempo. Tutti acclamano i compiti e le possibilità dei prossimi dodici mesi!
(Edward Payson Powell)

Ed ecco un motivo richiesto, superchiesto dall’isola Liberty: dobbiamo spremere il tuo succo migliore di capodanno, da te, oh Grande Mela!
(Ghostbusters II)

Un ottimista sta in piedi fino a mezzanotte per vedere l’Anno Nuovo. Un pessimista sta in piedi fino a mezzanotte per essere sicuro che l’anno vecchio sia passato.
(Bill Vaughan)

Il capodanno è un’innocua istituzione annuale, utile solo come scusa per bevute promiscue, telefonate di amici e stupidi propositi.
(Mark Twain)

Non si diventa grassi tra Natale e Capodanno, ma piuttosto tra Capodanno e Natale.
(Anonimo)

Nessuno ha mai considerato il primo di gennaio con indifferenza. È ciò da cui ognuno data il proprio tempo, e su cui conta ciò che rimane. È la natività del nostro comune Adamo.
(Charles Lamb)

Treninitalia informa che i trenini dei festeggiamenti di Capodanno si terranno il 2 gennaio. Ci scusiamo per il disagio.
(Zziagenio78, Twitter)

Non ti auguro un dono qualsiasi, ti auguro soltanto quello che i più non hanno. Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere; se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa. Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare, non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri. Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre, ma tempo per essere contento. Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo, ti auguro tempo perché te ne resti: tempo per stupirti e tempo per fidarti e non soltanto per guadarlo sull’orologio. Ti auguro tempo per guardare le stelle e tempo per crescere, per maturare. Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare. Non ha più senso rimandare. Ti auguro tempo per trovare te stesso, per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono. Ti auguro tempo anche per perdonare. Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.
(Elli Michler)

Odio questo anno! Dicevano che le cose sarebbero andate meglio, ma non è vero! Questo non mi sembra per niente un anno nuovo… SECONDO ME, CI HANNO RIFILATO UN ANNO USATO! [Lucy van Pelt]
(Peanuts)

C’è tanta crisi che i botti di Capodanno scoppiano in lacrime.
(LiaCeli, Twitter)

Ogni uomo ha due compleanni: due giorni, almeno, ogni anno.
(Charles Lamb)

Un anno è finito. Si è tagliata via una fetta al tempo, e il tempo resta intero.
(Jules Renard)

31 dicembre: Giornata Mondiale del “Che cosa fai tu stasera?”
(Romain Cheylan, Twitter)

Nella notte di Capodanno, / quando tutti a nanna vanno, / è in arrivo sul primo binario / un direttissimo straordinario, / composto di dodici vagoni / tutti carichi di doni…
(Gianni Rodari)

Una cosa che accumuna chi spara cazzate e chi fuochi d’artificio: entrambi dovrebbero farlo per fatti propri e invece coinvolgono innocenti.
(Dlavolo, Twitter)

La causa della malattia che ti spinge a fare il trenino a capodanno risiede nei cromosomi A, E, I, O, U, e Y.
(m4gny, Twitter)

Ricordate: quando a Capodanno rinuncerete all’intimo rosso sexy per dei mutandoni, arriverà la proposta indecente che aspettate da anni.
(Fran Altomare, Twitter)

Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Ti amo quando ci metti un’ora a ordinare un sandwich. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.
(Harry ti presento Sally)

Chi mangia lenticchie a Capodanno conta quattrini per tutto l’anno. (Proverbio)

L’anno ha un’agonia troppo lunga. Si è tristi il 20 dicembre e il 31 non ci si accorge che l’anno muore.
(Jules Renard)

– Lo sapevo che avevo ragione. Lo sapevo! C’è già stato un giorno come oggi nel 1935. Questo non è per niente un anno nuovo! E’ un anno usato! Scriverò una dura lettera di protesta…
– Chi è che si occupa degli anni?
(Peanuts, Charles M. Schulz)

In questi giorni di festa un pensiero va a chi è meno fortunato. Gli ASTICI.
(adekis, Twitter)

– Propositi per l’anno nuovo?
– No grazie, do solo un’occhiata.
(Dbric511, Twitter)

I buoni propositi sono tentativi inutili di interferire con le leggi scientifiche. La loro origine è vanità pura. Il loro risultato è assolutamente nullo. Sono semplicemente assegni che gli uomini incassano da una banca in cui non hanno il conto.
(Oscar Wilde)

La gioventù è quando è permesso di restare alzati fino a tardi la vigilia di Capodanno. La mezza età è quando si è costretti.
(Bill Vaughan)

Tutti quei “fai gli auguri anche a casa” che non sono mai, mai arrivati a destinazione.
(cchiara3, Twitter)

Domani Capodanno lo passerò a casa di amici.
Ho 24 ore per farmi degli amici.
(Swanito75, Twitter)

Vi ricordo che “Chi tromba a Capodanno, tromba tutto l’anno” vale solo per le prostitute
(Itscetty, Twitter)

I creatori del “Il 2015 sarà l’anno della ripresa” e “Nel 2016 finirà la crisi” presentano “2017, adesso sì che è l’anno buono”.
(Anonimo)

Il capodanno è il momento per fare i vostri buoni propositi. La settimana successiva potrete cominciare a piastrellarci la strada per l’inferno, come al solito.
(Mark Twain)

Spero che in questo nuovo anno voi facciate errori. Perché se state facendo errori, allora state facendo cose nuove, provando cose nuove, imparando, vivendo, spingendo voi stessi, cambiando voi stessi, cambiando il mondo. State facendo cose che non avete mai fatto prima e, ancora più importante, state Facendo Qualcosa.Questo è il mio augurio per voi e per tutti noi ed il mio augurio per me stesso. Fate Nuovi Errori. Fate gloriosi, stupefacenti errori. Fate errori che nessuno ha fatto prima. Non congelatevi, non fermatevi, non preoccupatevi che non sia “abbastanza buono” o che non sia perfetto, qualunque cosa sia: arte o amore o lavoro o famiglia o vita.Qualunque cosa abbiate paura di farla, Fatela.Fate i vostri errori, il prossimo anno e per sempre.
(Neil Gaiman)

Tutti che aspettano il 2017. E se uscisse il 2016s
(Anonimo)

E così eccoci all’ultimo dell’anno… Un altro anno se ne è andato e cosa ho realizzato quest’anno che non abbia realizzato gli anni passati? Nulla! Che coerenza, eh?
(Peanuts, Charles M. Schulz)

L’unico modo per trascorrere la vigilia di Capodanno è o tranquillamente con gli amici o in un bordello. In caso contrario, quando finisce la serata e la gente se ne va a coppie, qualcuno è destinato a rimanere in lacrime.
(Wystan Hugh Auden)

Piperita Patty: Gli anni sono come piscine, Ciccio… Saltiamo dentro da una parte e poi annaspiamo finché non arriviamo dalla parte opposta. Come è stato il tuo anno, Ciccio?Charlie Brown: Qualcuno ha fatto uscire tutta l’acqua!
(Peanuts)

Alle dieci e trenta scarse finita la cena, il maestro Canello, che aveva un altro impegno in un altro veglione, barò bassamente annunciando al microfono: Attenzione, mancano tre minuti a mezzanotte, rimettete gli orologi, preparate lo spumante! (Dal film: Fantozzi)

Non sarebbe un Anno nuovo se non avessi dei rimpianti.
(William Thomas)

Quanto dura un amore non corrisposto? Mesi, anni, anche lustri… Il bello di un anno non corrisposto è che dura solo un anno.
(Fabrizio Caramagna)

Sono così sfortunato che se faccio il trenino di #capodanno sale il controllore.
(Rubinomatteo, Twitter)

La televisione ha detto che il nuovo anno / porterà una trasformazione / e tutti quanti stiamo già aspettando / sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno, / ogni Cristo scenderà dalla croce / anche gli uccelli faranno ritorno.
(Lucio Dalla)

Il problema non è il riciclo dei regali di Natale. Il problema è il riciclo dei buoni propositi di capodanno.
(postofisso2012, Twitter)

Che fai a Capodanno? Mi ubriaco di sciroppo per la tosse
(Tany, Twitter)

Un matrimonio, un funerale sono per ogni famiglia un’occasione di passarsi in rassegna. Esiste solo una rassegna a data fissa, quella del Capodanno.
(François Mauriac)

Filastrocca di Capodanno
fammi gli auguri per tutto l’anno:
voglio un gennaio col sole d’aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile;
voglio un giorno senza sera,
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore del pesco;
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.
(Gianni Rodari)

Per l’anno nuovo. […] Oggi ognuno si permette di esprimere il suo augurio e il suo più caro pensiero: ebbene, voglio dire anch’io che cosa oggi mi sono augurato da me stesso e quale pensiero quest’anno, per la prima volta, m’è venuto in cuore – quale pensiero deve essere per me fondamento, garanzia, dolcezza di tutta la vita futura! Voglio imparare sempre di più a vedere il necessario nelle cose come fosse quel che v’è di bello in loro: cosi sarò uno di quelli che rendono belle le cose. Amor fati: sia questo d’ora innanzi il mio amore! Non voglio muover guerra contro il brutto. Non voglio accusare, non voglio neppure accusare gli accusatori. Guardare altrove sia la mia unica negazione! E, insomma: quando che sia, voglio soltanto essere, d’ora in poi, uno che dice sì!
(Friedrich Nietzsche)

Immaginate la vita vuota di quelli che dal Primo Gennaio non potranno più chiederci cosa facciamo a Capodanno.
(FranAltomare, Twitter)

Che pigiama vi mettete a Capodanno?
(TristramS_, Twitter)

Voi che vi lamentate del Capodanno pensate a quelli che abitano in prossimità della linea nel Pacifico e che se fanno pochi km se ne sparano due.
(Vitellozzo, Twitter)

Per quanto mi riguarda rimando tutti i buoni propositi al capodanno cinese.
(pao_lost, Twitter)

Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.
(Gianni Rodari)

Quindi ora entriamo in quella tremenda settimana dopo Natale in cui tutti vogliono sapere cosa fai a Capodanno?
(iltwitdigalatea, Twitter)

Ogni volta che penso a Erto, il mio vecchio paese, quello abbandonato dopo il Vajont, con le vetuste case una attaccata all’altra e le vie di acciottolamento buie e strette, la memoria va verso l’inverno. Il primo ricordo è il tempo degli inverni, la memoria è quella della neve. Notti infinite, silenzi laboriosi, lunghi, pazienti, interrotti solo ogni tanto da sprazzi di allegria nelle feste di Natale e capodanno.
(Mauro Corona)

Iniziate l’anno nuovo ecologicamente! Riciclate i buoni propositi dell’anno scorso!
(Anonimo)

Cosa fai a Capodanno? – Mi staggo dalle foto
(Tremenoventi, Twitter)

Frammenti di tessuto cerebrale, simili a lanugine umida e grigia, punteggiavano le maniche del camice macchiato di sangue della dottoressa Kay Scarpetta. Si sentivano lo scroscio dell’acqua corrente nei lavabi d’acciaio e il ronzio della sega Stryker, e nell’aria aleggiava polvere d’osso fine come farina. Tre tavoli erano occupati, e si attendevano altri cadaveri. Era martedì 1° gennaio, il giorno di Capodanno.
(Patricia Cornwell)