Quante volte ci siamo fermati dinanzi ad un paesaggio, ammirandone l’infinita bellezza? Finendo per contemplarlo lungamente, non accorgendoci del tempo che trascorreva? Eh sì, un paesaggio, quando è incantevole, affascinante, quasi “magico” a tal punto da rapire letteralmente, produce questo effetto, sia che si tratti di uno scorcio caratteristico, di una vallata, o di un lago.

E non è un caso che solitamente si dica che il paesaggio sia “il luogo dell’anima”, perché in essa confluiscono appunto tutti i sentimenti che un determinato panorama, una certa veduta, possono trasmettere. Sentimenti fatti di forme, colori, odori, suoni.

Il paesaggio è autentica poesia, una poesia che non si può raccontare, perché le parole non sarebbero sufficienti, non renderebbero piena giustizia. Ed è una risorsa, che risolleva l’umore e lo conforta, un balsamo, una carezza per chi si sente solo o infelice: basta infatti anche solo aprire il balcone o la finestra della propria abitazione, per sentirsi già meglio, per riconciliarsi con sé stesso.

Diverse sono le definizioni che sono state date del paesaggio, così come diverse sono le scuole di pensiero.

Riportiamo quella della Convenzione europea del paesaggio, svoltasi a Firenze il 20 ottobre 2000, che qualifica il paesaggio come “una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni.”

Quale che sia la definizione del paesaggio, ciò che conta è la sua valorizzazione e la sua tutela, perché bene prezioso ed inestimabile.

Di seguito i pensieri di chi si è espresso sul tema, raccolti in una selezione di frasi ed aforismi sul paesaggio:

Nel paesaggio è il primo segno delle mani di Dio e giustifico certi esseri sensibili che nel mezzo dei paesaggi più belli attestano d’aver veduto l’apparizione della divinità. L’altro segno è l’uomo, ma l’uomo si forma e cresce in rapporto al paesaggio: è uno specchio del paesaggio.
(Giovanni Comisso)

Prendere l’autostrada Napoli-Bari, uscire a Candela e puntare verso Sud. E s’incontreranno colline di grano a perdita d’occhio. È il luogo dell’anima.
(Gabriele Salvatores)

Com’è difficile capire nel fare un quadro qual è il momento esatto in cui l’imitazione della natura deve fermarsi. Un quadro non è un processo verbale. Quando si tratta di un paesaggio, io amo quei quadri che mi fanno venir voglia di entrarci dentro per andarci a spasso.
(Pierre Auguste Renoir)

Ho appreso a guardare in te | come si guarda in un lago.
(Sergej Aleksandrovič Esenin)

Nel continuum del paesaggio, le montagne, con i loro picchi, barriere naturali e terre inospitali, costituiscono una discontinuità.
(Rebecca Solnit)

È girovagando, che l’uomo, prima di inventare l’architettura, ha cominciato a costruire il paesaggio, fino a trasformare gli spazi nomadi in cui abitava nelle città contemporanee.
(Anonimo)

La vita è come un paesaggio. Ci vivi in mezzo, ma puoi descriverlo solo dal punto di vista distante.
(Charles Lindbergh)

Di notte, anche il paesaggio riposa.
(Fausto Gianfranceschi)

L’amore nasce come il sole su una grande pianura, illumina tutto ciò che prima non si vedeva e, dopo la lunga notte di buio, finalmente ci permette di ammirare il paesaggio.
(Romano Battaglia)

Uno stupendo paesaggio non è più tale se in primo piano lo attraversa una bestia infelice. La Bellezza è solitaria e non conosce misericordia. Il Dio che noi amiamo è forse lontano dalla Bellezza.
(Fausto Melotti)

Il pensiero senza poesia e la vita senza infinito sono come un paesaggio senza cielo: vi si soffoca.
(Henri-Frédéric Amiel)

Se riesco a scrivere dei libri è perché in un paesaggio vedo cose diverse da quelle che ci vede un altro, sento cose diverse e scegliendo parole diverse riesco a costruire storie che hanno una loro originalità.
(Haruki Murakami)

Sedersi all’ombra, in una bella giornata, e guardare in alto verso le verdi colline lussureggianti, è il miglior riposo.
(Jane Austen)

Il sublime e il kitsch non sono lontani tra loro: quando lo splendore di un paesaggio diventa quasi insostenibile, a che cosa mai si può pensare se non a una cartolina?
(Mario Andrea Rigoni)

La giornata era fredda ma luminosa, il paesaggio nitido: gli alberi, i campi, le rocce davano l’impressione di una gelida fragilità, come se un colpo di vento o un urto potesse frantumarli in un suono di vetro. E come vetro l’aria vibrava del motore della seicento; e grandi uccelli neri volavano come dentro un labirinto di vetro, improvvisamente virando o strapiombando o verticalmente avvitando in su il loro volo come tra invisibili pareti.
(Leonardo Sciascia)

Un paesaggio è uno stato d’animo.
(Henri Frédéric Amiel)

Lascia che asciughi le tue lacrime amato mio mare. Riposerà la pioggia, distratto il faro, resteremo insieme a guardare le stelle.
(Michele Gentile)

La scomparsa degli animali è un fatto di una gravità senza precedenti. Il loro carnefice ha invaso il paesaggio; non c’è posto che per lui. L’orrore di vedere un uomo là dove si poteva contemplare un cavallo!
(Emil Cioran)

La terra appartiene ai suoi proprietari, ma il paesaggio appartiene a chi sa apprezzarlo.
(Upton Beall Sinclair)

Noi prendiamo una manciata di sabbia dal panorama infinito delle percezioni e la chiamiamo mondo.
(Robert Maynard Pirsig)

I veri paesaggi sono quelli che noi stessi creiamo, perché così, quali loro dèi, li vediamo come veramente sono, cioè come sono stati creati.
(Fernando Pessoa)

Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un’occhiata da dove ero venuto. Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito.
(Nelson Mandela)

Era una terra di piaceri intorpiditi, di sogni ondeggianti davanti agli occhi semichiusi e di allegri castelli tra le nuvole che passano per sempre arrossando un cielo estivo.
(Washington Irvin)

Com’è bello questo piccolo paesaggio
Questi due scogli questi pochi alberi
e poi l’acqua e poi il fiume
com’è bello.
Pochissimo rumore un po’ di vento
e molta acqua.
È un piccolo paesaggio di Bretagna
può stare nel palmo della mano
quando lo si guarda da lontano.
(Jacques Prévert)

Ci sono paesaggi che esaudiscono il senso del dove e paesaggi che esaudiscono il senso del quando.
(Fabrizio Caramagna)

Non c’è panorama più bello di quello che si vede con gli occhi di una persona amata.
(Luciano De Crescenzo)

Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo.
(Gilbert Cesbron)

Possa il vostro cammino essere tortuoso, ventoso, solitario, pericoloso e portarvi al panorama più spettacolare.
(Edward Abbey)

La vera difficoltà dell’uomo non è di godere i lampioni o i panorami, non di godere i denti-di-leone o le braciole, ma di godere il godimento, di mantenersi capace di farsi piacere ciò che gli piace.
(Gilbert Keith Chesterton)

Ogni diversa condizione sociale comporta una diversa visione del mondo. La visione non è un fascio di luce proiettato sul mondo dall’ideologia di ciascuna condizione, ma un paesaggio oggettivo che si scorge solo da una determinata condizione.
(Nicolás Gómez Dávila)

Una volta arrivati sulla vetta ci siamo voltati, e ci si è presentata una bellissima vista. L’atmosfera splendidamente chiara; il cielo azzurro intenso; le valli profonde; i profili selvaggiamente frastagliati; i cumuli di detriti ammassati nel corso dei secoli; le rocce dai colori vividi, in contrasto con le quiete montagne innevate; tutto questo insieme creava uno scenario che nessuno avrebbe potuto immaginare.
(Charles Darwin)

Il passeggio, gli spettacoli, e le Chiese sono le principali occasioni di società che hanno gl’italiani, e in essi consiste, si può dir, tutta la loro società.
(Giacomo Leopardi)

Ai nostri giorni quasi ogni cosiddetto miglioramento a cui l’uomo possa por mano, come la costruzione di case e l’abbattimento di foreste e alberi secolari, perverte in modo irrimediabile il paesaggio e lo rende sempre più addomesticato e banale.
(Henry David Thoreau)

Ricorderò sempre con particolare piacere ogni momento delle giornate passate a Celano: i mattini, sui freschi prati ai piedi del paese, vagando in mezzo agli alti pioppi, sparsi tra le vigne, fino a che il sole si affacciava sull’alta rupe e obbligava a cercare riparo in luoghi più nascosti; mezzogiorni senza nubi; quando tutto era immobile; le calme serate… il ritorno al paese al tramonto, accompagnato da gruppi di contadini che portavano il loro grano, o da una numerosa comitiva di ragazze, ognuna con la conca piena d’acqua, raccolta alla fresca sorgente ai piedi della roccia. E di notte com’era calmo e lucente il lago, simile a una striscia d’argento, sotto le finestre del palazzo, alla luce della luna piena, mentre il vecchio castello gettava lunghe ombre sul paese addormentato.
(Edward Lear)

Si è mai pensato a come un paesaggio plasma una lingua? E’ impossibile immaginare queste colline senza collegarle alle morbide sillabe irlandesi, proprio come certe forme di tedesco possono essere parlate solo sulle ripide falesie d’Europa; o l’olandese nelle fangose, gutturali, pianure fiamminghe.
(Alexander McCall Smith)

Un bel paesaggio una volta distrutto non torna più.
(Andrea Zanzotto)

Sarà estate finalmente… / Signore con gli ombrellini, / oziosi signori con bastoni da passeggio / e bambine con le bambole / tingeranno il pallido paesaggio / come un vivace mazzo di fiori.
(Emily Dickinson)

Alle sue spalle le colline si aprono, il sole fiammeggia su campi così vasti da impartire un carattere il­limitato al paesaggio, i sentieri bian­cheggiano, le siepi basse hanno i rami intrecciati, l’atmosfera è incolore.
(Thomas Hardy)

Se non scali la montagna non ti potrai mai godere il paesaggio.
(Pablo Neruda)

Alcuni luoghi sono un enigma, altri una spiegazione.
(Fabrizio Caramagna)

La vostra anima è un paesaggio squisito.
(Paul Verlaine)

Io: un paesaggio che m’è venuto a noia.
(Gesualdo Bufalino)

Una montagna è come l’istruzione: quanto più alta l’ascesa, tanto più esteso il panorama.
(Christiaan Barnard e Curtis Bill Pepper)

Il treno partì con due fischi e uno scossone. Al nostro passaggio, alcuni struzzi dalle piume fluttuanti balzarono via dai binari. Le montagne erano grigie e si intravedevano appena nella foschia afosa. A volte un camion sporcava l’orizzonte con una nube di polvere.
(Bruce Chatwin)

Sono cresciuta avendo il paesaggio come una risorsa, con la possibilità di uscire dal regno orizzontale delle relazioni sociali per entrare in quello verticale dove la terra e il cielo, la materia e lo spirito sono allineati.
(Rebecca Solnit)

Eterni viandanti di noi stessi, non esiste altro paesaggio se non quello che siamo.
(Fernando Pessoa)

Tutta la vita dietro una finestra semichiusa, senza il coraggio di essere paesaggio. Almeno una volta.
(iBlulady)

Guardai dalla mia finestra un paesaggio che era già dentro di me e sentii un’emozione che era già nel paesaggio.
(Eise Osman)

Il sole non splende per pochi alberi e fiori, ma per tutta la felicità del mondo.
(Henry Ward Beecher)

Un uomo senza paesaggio è privo di ogni risorsa.
(Patrick Modiano)

Le domande sono come dei paesaggi, e sapere significa dimorare in questi paesaggi.
(Alessandro Baricco)

Quando si appanna,
il vetro fa il paesaggio
che più mi piace.
(Mario Benedetti)

I paesaggi mozzafiato sono molto scomodi, per pensare. Sei costretto a occuparti di loro, non osi sedertici sopra senza un minimo di riguardo.
(Fred Vargas)

La Sicilia è un dono di Dio, ci sono posti che non ti immagini, alla fine di una strada ti imbatti in un anfiteatro fatto di pietra lavica, e se sali sull’Etna e vedi il mare, beh, allora capisci perché chi conosce la Sicilia ne sia innamorato.
(Carmen Consoli)

Le acque tranquille di un lago riflettono le bellezze che lo circondano; quando la mente è serena, la bellezza dell’io si riflette in essa.
(B. K. S. Iyengar)

Il miglior rimedio per coloro che sono impauriti, soli o infelici e’ uscire fuori, da qualche parte dove possono essere tranquilli, da soli con Dio e la natura. Perché solo allora si sente che tutto e’ come dovrebbe essere e che Dio desidera vedere la gente felice, in mezzo alla semplice bellezza della natura.
(Anton Chekhov)

Ognuno di noi è parte di un paesaggio. Anche se si allontana, anche se lo dimentica, anche se lo ripudia, un po’ di quel colore resterà suo.
(Pea_terrible)

Si è spesso parlato dell’influenza del paesaggio sui sentimenti, ma non credo si sia mai parlato di quest’influenza su un atteggiamento morale.
(Jean Genet)

Il paesaggio appare diverso visto da ogni singolo filo d’erba.
(Marty Rubin)

Voi non dovete dipingere ciò che vi sta davanti − ma ciò che vi sta dentro.
(Ugo Bernasconi)

Crediamo di essere un paese, ma la verità è che siamo poco più di un paesaggio.
(Nicanor Parra)

Il paesaggio non è soltanto uno spettacolo, è un enigma.
(Fausto Gianfranceschi)

La natura tende sempre ad agire nella maniera più semplice.
(Bernoulli)

La pianura è facile. Vai. E vai. Dove ti portano i piedi. Basta lasciarli andare. E vai all’infinito. Fino a perderti. Perché in pianura tutto è uguale. Al contrario della montagna dove c’è sempre una vetta, a fare da riferimento.
(Guido Sperandio)

La fotografia di paesaggio è la prova suprema del fotografo – e spesso la sua delusione suprema.
(Ansel Adams)

Certe labbra sono luoghi bellissimi per soffermarsi a guardare il paesaggio.
(AlbertHofman72)

Il sipario si alza su una terra vasta, primitiva e desolata, non come certe parti del New Jersey.
(Woody Allen)

Stare in casa significa poter assaporare il piacere di sapere che fuori c’è un paesaggio meraviglioso e, quando vuoi, apri la porta o la finestra e lo guardi.
(Roberto Peregalli)

Credi che finché la terra è rotonda, potrai trovare ovunque paesaggi naturali? Può una faccia rotonda avere più di un naso?
(Salvador Dalí)

Il modo migliore per iniziare la giornata è affacciarsi dalla finestra della casa dei miei genitori ad Ascoli Piceno. Il paesaggio è straordinario e, per me che vivo a Milano tra cemento e palazzi, piuttosto insolito. Mi piace starmene tranquillo a osservare il fiume Tronto che scorre nel bosco. Subito dopo faccio colazione, sempre la stessa da anni e sempre a casa: un bicchiere di latte freddo con il Nesquik sciolto dentro e una ciambella. Non esco volentieri e nella mia città natale vengo soprattutto per ricaricare le batterie.
(Giovanni Allevi)

Prioritaria è la salvaguardia dei beni culturali, paesistici e naturali. Tutto il resto viene dopo e qualunque ipotesi di cambiamento o di sviluppo va rigorosamente subordinata a questi valori.
(Antonio Cederna)

Le case saranno in grado di volare. Verrà il momento in cui intere comunità potranno migrare a sud in inverno, o spostarsi verso nuovi territori ogni volta che sentono il bisogno di cambiare paesaggio.
(Arthur Charles Clarke)

Il legno sul quale poserà il mio lungo sonno in un paesaggio a me ignoto ora si scuote al vento.
(Fausto Melotti)

La tristezza senza ragione che il paesaggio infonde nel cuore degli uomini.
(Haruki Murakami)

Un paesaggio è uno stato d’animo, hanno inventato i romantici. Oggi crediamo che un paesaggio debba essere l’invenzione di uno stato d’animo.
(Joë Bousquet)

I laghi sono le pozzanghere rimaste dopo il diluvio.
(Ramón Gómez De La Serna)

Chiunque ama e capisce un giardino, vi troverà dentro della gioia.
(Proverbio cinese)

Io vivo di paesaggio, riconosco in esso la fonte del mio sangue. Penetra per i miei occhi e mi incrementa di forza. Forse la ragione dei miei viaggi per il mondo non è stata altro che una ricerca di paesaggi, i quali funzionavano come potenti richiami.
(Giovanni Comisso)

Ciò che in un paesaggio vien detto romantico è un tranquillo senso del sublime sotto forma di passato o, il che è lo stesso, di solitudine, assenza, distacco.
(Johann Wolfgang Goethe)

Il mondo intero è per me molto “vivo” – tutte le piccole cose che crescono, perfino le rocce. Non riesco a guardare crescere un po’ d’erba e di terra , per esempio, senza percepire la vita essenziale, le cose che si muovono con loro. Lo stesso vale per una montagna, o un tratto di mare, o un magnifico pezzo di legno vecchio.
(Ansel Adams)

Il silenzio della natura e’ molto reale. Ti corconda…puoi sentirlo.
(Ted Trueblood)

Il paesaggio era come un verso di poesia che crea sé stesso.
(Virginia Wolf)

Perché un uomo virtuoso si delizia per i paesaggi? Perché il frastuono del mondo polveroso e della clausura delle abitazioni umane sono quello che la natura abitualmente aborre; mentre, al contrario, la foschia, l’opacità, e gli spiriti ossessivi delle montagne sono ciò che cerca la natura umana, e che tuttavia raramente riesce a trovare.
(Chu Hsi)

Dio e’ l’amico del silenzio. Alberi, fiori, erba, crescono in silenzio. Guarda le stelle, la luna e il sole, come si muovono in silenzio.
(Madre Teresa di Calcutta)

Preferisco l’inverno e l’autunno, quando si sente la struttura ossea del paesaggio – la sua solitudine, il sentimento pieno dell’inverno.
(Andrew Wyeth)

Un anziano, dopo anni e anni passati nel deserto, volle stabilire il suo eremitaggio fra le montagne. Cammina cammina, dopo molte lune arrivò a una grande catena di monti. Si inoltrò in una valle profonda e qui incontrò un pastore.
Abba – gli disse il pastore, vedendo l’anziano guardarsi intorno un po’ smarrito – non ti piace questo posto?
Non lo so. Sarebbe meglio non ci fossero tutte queste montagne a nascondere il paesaggio…
(R. Kern)

Fosse per me, farei in modo che tutte le produzioni venissero ambientate in Canada.
(Jay Baruchel)

Ogni paesaggio ha la sua storia: quella che leggiamo, quella che sogniamo, e quella che creiamo.
(George Michael Sinclair Kennedy)

I paesaggi appartengono alle persone che li guardano.
(Ralph Waldo Emerson)

Erano così belli, quando si guardavano, che il paesaggio si fermava per scattargli una foto.
(AlbertHofman72)

Alle volte mi coglie il dubbio che gli automobilisti non sappiano che cosa sia l’erba, o come siano i fiori, perché non li hanno mai visti, non ci sono mai passati vicino con lentezza.
(Ray Bradbury)

Il paesaggio non ha linguaggio e la luce non ha grammatica, eppure milioni di libri cercano di raccontarli.
(Robert Macfarlane)

Chi si lamenta dell’angustia dell’ambiente in cui vive pretende che siano gli avvenimenti, i vicini, i paesaggi a fornirgli la sensibilità e l’intelligenza che la natura gli ha negato.
(Nicolás Gómez Dávila)

Se non ti emoziona l’arte, un paesaggio, una nuova vita appena nata; più che altro esisti, non vivi.
(Arli3)

La creazione del paesaggio richiedeva una lacerazione rispetto al sentimento unitario della natura universale.
(George Simmel)

Può essere il sole che tramonta dietro la superficie piatta del lago o il Cigno Rosso che ondeggia, mentre sta volando ferito dalla Freccia Magica? Mentre macchia tutte le onde di rosso vivo, con il porpora del suo sangue vitale, mentre colma l’aria di splendore, mentre riempie l’aria con il suo piumaggio? [… ] Sopra di lui la Stella della Sera si fonde e palpita nel rosso purpureo, pende sospesa nel crepuscolo, cammina in silenzio attraverso i cieli…
(Mike Oldfield)

È in noi che i paesaggi hanno paesaggio. Perciò se li immagino li creo; se li creo esistono; se esistono li vedo. La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo.
(Fernando Pessoa)

La natura imita ciò che l’opera d’arte le propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot?
(Oscar Wilde)

Come dal finestrino di un treno puoi sempre scegliere se prestare attenzione al paesaggio che scompare o a quello che si rivela.
(Esercizinvolo)

Approfittava dell’occasione per ricrearsi una Sicilia sparita, dura e aspra, una riarsa distesa giallo paglia interrotta di tanto in tanto dai dadi bianchi delle casuzze dei contadini.
(Andrea Camilleri)