Venire al mondo è l’esperienza migliore che si possa fare. Nessuno lo chiede ma il caso vuole che, fra tante altre vite differenti per piccole parti di cromosoma, siamo proprio noi a vincere la battaglia. Se vedessimo la nascita sotto quest’ottica tutti ci impegneremmo maggiormente per vivere una vita straordinaria. Bastava una frazione di secondo, infatti, per non essere al mondo. Perché preoccuparsi, dunque, di tutto ciò che ci succede nel corso della nostra esistenza? Siamo già abbastanza fortunati a poter essere qui, ora. Non tutti, però, la pensano in questo modo. C’è anche chi rimpiange il giorno della propria nascita e si abbandona al dolore e alla sofferenza. La domanda che ci poniamo allora è: se avessimo la facoltà di scelta, davvero rinunceremmo a questo bellissimo regalo? Decideremmo davvero di non nascere rinunciando a tutto che di bello ci può offrire la vita? La risposta non possiamo saperla, il meccanismo funziona in maniera diversa. Il consiglio che possiamo darvi e di vivere quest’avventura nel miglior modo possibile, ricordando che tutto ha un inizio ed una fine ma che l’importante è quello che si realizza nel mezzo. Per celebrare questo meraviglioso avvenimento che è la nascita abbiamo selezionato per voi 100 aforismi tratti dalle migliori opere e dai più grandi pensatori.

Di tutta questa commedia, alle due estremità gli atti importanti: la nascita e la morte. Dell’una non ci accorgiamo ancora; dell’altra non ci accorgiamo più. E dobbiamo anche credere che, appena spalata
la terra, non ci si ricorda più d’essere morti. Ci si accorge solo della morte altrui, – poiché essa facilita la nostra vita.
(André Gide)

Dobbiamo nascere due volte per vivere un po’, anche solo un po’. Dobbiamo nascere nella carne e poi nell’anima. Le due nascite sono come uno strappo. La prima proietta il corpo nel mondo, la seconda lancia l’anima al cielo.
(Christian Bobin)

Avete mai fatto caso che chiunque sia a favore della limitazione delle nascite è già nato?
(Anonimo)

Di due frutti dello stesso ramo uno può essere dolce e l’altro aspro; di due figli della stessa madre uno può nascere intelligente e l’altro stupido.
(Proverbio cinese)

La vita è una fiamma sempre accesa, che si ravviva ogni volta che nasce un bambino. La vita è più grande della morte, e la speranza della disperazione.
(George Bernard Shaw)

Propongo a tutti i legislatori del mondo di introdurre, qualora si confiuguri il reato di Nascita, l’aggravante dei Futili motivi.                                                                           (Sandro Montalto)

La vita è una fiamma che via via si consuma, ma che riprende fuoco ogni volta che nasce un bambino.
(George Bernard Shaw)

La vita non è una corrente continua. Bisogna nascere a ogni istante.
(Roger Munier)

Se potessimo nascere solo dopo che sono morti i nostri nemici!
(Stanisław Jerzy Lec)

Non volevo nascere (e sono nato), non volevo vivere (e sto vivendo), ma quando morirò andrò in paradiso (perché l’inferno lo sto già vivendo).                                            (Jim Morrison)

Non v’è rimedio per la nascita e la morte salvo godersi l’intervallo.
(Arthur Schopenhauer)

Quando entriamo nella famiglia, con l’atto di nascita, entriamo in un mondo imprevedibile, un mondo che ha le sue strane leggi, un mondo che potrebbe fare a meno di noi, un mondo che non abbiamo creato. In altre parole, quando entriamo in una famiglia, entriamo in una favola.
(Gilbert Keith Chesterton)

Io penso di vedere qualcosa di più profondo, più infinito, più eterno dell’oceano nell’espressione degli occhi di un bambino piccolo quando si sveglia alla mattina e mormora o ride perché vede il sole splendere sulla sua culla.
(Vincent Van Gogh)

A quanto pare quei nove mesi che ci vengono dati per riflettere se nascere – sono troppo pochi.
(Stanisław Jerzy Lec)

Gli esseri umani non nascono sempre il giorno in cui le loro madri li danno alla luce, ma la vita li costringe ancora molte volte a partorirsi da sé.
(Gabriel Garcia Marquez)

La mia nascita fu il mio solo avvenimento, e io l’ho perso
(Roger Judrin)

Il mio primo crimine fu nascere.
(Woody Allen)

La nascita è un mistero. Le parole non sono sufficienti.
(Marie O’Connor)

Ero morto da milioni di anni prima di nascere e questo fatto non mi ha mai minimamente infastidito.
(Mark Twain)

I due giorni più importanti nella tua vita sono il giorno in cui nasci e il giorno in cui scopri il perché sei nato.
(Mark Twain)

Una teoria può essere provata da un esperimento. Ma nessun percorso guida dall’esperimento alla nascita di una teoria.
(Albert Einstein)

Chi mi dice che nessuno m’abbia chiesto di nascere?
(Roberto Gervaso)

La tua nascita è un errore a cui cercherai di riparare per tutta la vita.
(Chuck Palahniuk)

Sono nato piangendo mentre tutti ridevano e morirò ridendo quando tutti piangeranno.       (Jim Morrison)

Perché ci rallegriamo a una nascita e ci addoloriamo a un funerale? Perché non siamo noi la persona in questione.
(Mark Twain)

Vivere significa nascere a ogni istante. La morte subentra quando il processo della nascita cessa.
(Erich Fromm)

Se Dio esiste, ed è giustizia infinita, non può non averci chiesto il permesso di farei nascere.
(Roberto Gervaso)

Si nasce tutti diversi, ma si finisce con l’assomigliarsi dopo un po’ che si è vissuto. La vita è una livella.
(Marco Oliverio)

Alla nascita d’un bimbo
il mondo non è mai pronto.
(Wislawa Szymborska)

“Vorrei nascere di nuovo ogni volta che la vita mi chiede di crescere”
(Alfonso Inclima)

Il fatto che l’uomo sia capace d’azione significa che da lui ci si può attendere l’inatteso, che è in grado di compiere ciò che è infinitamente improbabile. E ciò è possibile solo perché ogni uomo è unico e con la nascita di ciascuno viene al mondo qualcosa di nuovo nella sua unicità.
(Hannah Arendt)

Si nasce sempre sotto il segno sbagliato e stare al mondo in modo dignitoso vuol dire correggere giorno per giorno il proprio oroscopo.
(Umberto Eco)

In una singola eiaculazione maschile, ci sono circa 100 milioni di spermatozoi. Dal momento che ogni spermatozoo porta con sé un codice genetico leggermente diverso, qualsiasi essere umano vivente ha vinto la lotteria della vita alla quota di 100 milioni a uno. Eppure la gente spesso si lamenta di avere sfortuna.
(Manfred Weidhorn)

La vita è una seconda gravidanza che ci porterà a una seconda nascita. Intanto tiriamo calci nel ventre della vita
(Fausto Gianfranceschi)

Quando siamo nati abbiamo perso quanto perderemo con la morte: tutto.
(EM Cioran)

Secondo la convinzione comune a tutti i bambini, i quali persistono a lungo nella teoria cloacale, il bambino viene partorito dall’intestino come un escremento; la defecazione è il modello dell’atto della nascita.
(Sigmund Freud)

Non ho chiesto a nessuno di nascere, perciò lasciatemi vivere come voglio.
(Anonimo)

Appena nati, i bambini tengono l’aldilà ancora stretto nelle loro manine rinchiuse.
(Fabrizio Caramagna)

Si nasce tutti un po’ stupidi; alcuni lo rimangono tutta la vita, altri lo diventano ogni giorno di piú.
(Giovanni Soriano)

Il giorno della vostra nascita avete ricevuto in regalo il mondo.
(Leo Buscaglia)

Nascere presenta qualche incoveniente. Uno di questi è sicuramente la vita.
(Michelangelo)

Sei nato originale. Non morire come copia.
(John Mitchell Mason)

Nessuno è nato sotto una cattiva stella; ci sono semmai uomini che guardano male il cielo.
(Dalai Lama)

Nascere, piccolo, è cadere nel tempo.
(Marina Cvetaeva)

Se ciascuno potesse scegliersi il luogo dove nascere, certi paesi sarebbero completamente vuoti.”
(Eric Linklater)

Prova della vanitas vanitatum: ci si interessa tanto a se stessi, eppure che siamo noi e non altri è solo casuale. Potevo nascere donna e fare la serva, e allora, quali problemi?
(Cesare Pavese)

L’uomo potrebbe portare in collisione i pianeti, potrebbe creare i soli e le stelle, il suo calore e luce, potrebbe originare la vita in tutte le sue forme infinite. Generare, a suo piacimento, la nascita e la morte della materia sarebbe il più grande atto dell’uomo che gli darebbe il dominio della creazione fisica, rendendo possibile la realizzazione del suo fine ultimo.
(Nikola Tesla)

Silenzio prima di nascere, silenzio dopo la morte, la vita è puro rumore tra due insondabili silenzi.
(Isabel Allende)

Nato qui, dove sarà il mio morire? E morendo qui, dove sarà il mio nascere?
(Antonio Porchia)

È per rinascere che siamo nati.
(Pablo Neruda)

Nell’uomo avviene una doppia nascita: una prima volta nel grembo materno e una seconda volta nella libertà: l’uomo nasce una volta per sé e una volta insieme con gli altri.
(Rabindranath Tagore)

“Nascita: un viaggio che inizia aprendo gli occhi ad un orizzonte di infinite possibilità”
(Sabrina Pes)

C’è, nel fatto di nascere, una tale assenza di necessità che, quando ci si pensa un po’ più del solito, non sapendo come reagire ci si limita a un sorriso ebete.
(Emil Cioran)

L’uomo nasce dalla donna e per tutta la vita non fa altro che cercare di rientrarvi.
(Pino Caruso)

Nasciamo, viviamo, moriamo. A volte non necessariamente in questo ordine.
(Meredith Grey)

Vorrei essere nato al contrario per poter capire questo mondo storto.                                                                        (Jim Morrison)

Le tre del mattino. Percepisco questo secondo, e poi quest’altro, faccio il bilancio di ogni minuto. Perché tutto questo? Perché sono nato. È da un tipo speciale di veglia che deriva la messa in discussione della nascita.
(Emil Cioran)

Assistere alle nascite è come con le rose che crescono. Mi piace ammirare quelle che si aprono e fioriscono al primo bacio del sole, ma non mi sognerei mai di tirare e aprire i petali dei boccioli chiusi ermeticamente e costringerli a fiorire prima del tempo.
(Gloria Lemay, ostetrica)

Nessuna cosa nasce né perisce, ma da cose esistenti ogni cosa si compone e si separa.
(Anassagora)

Alla nascita l’uomo è molle e debole, | alla morte è duro e forte. | Tutte le creature, l’erbe e le piante | quando vivono son molli e tenere | quando muoiono son aride e secche. | Durezza e forza sono compagne della morte, | mollezza e debolezza sono compagne della vita. | Per questo | chi si fa forte con le armi non vince, | L’albero che è forte viene abbattuto. | Quel che è forte e robusto sta in basso, | quel che è molle e debole sta in alto.
(Laozi)

Nei certificati di nascita è scritto dove e quando un uomo viene al mondo, ma non vi è specificato il motivo e lo scopo.
(Anton Čechov)

Non importa essere nati in un pollaio, quando si e usciti da un uovo di cigno.
(Hans Christian Andersen)

Quando sono nato ero talmente brutto che il dottore prese a schiaffi mia madre.
(Henny Youngman)

Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell’anno, dei genitori.
(Gesualdo Bufalino)

Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; soltanto a poco a poco andiamo componendo in noi il luogo della nostra origine, per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente.
(Rainer Maria Rilke)

Siamo nati piangendo, viviamo lamentandoci, e moriamo delusi.                               (Thomas Fuller)

La mia nascita fu un caso la mia vita è un caos; insomma vivo un anagramma!
(Sandro Montalto)

La speranza è il biglietto di un premio di consolazione per una lotteria improbabile, che ognuno riceve in dotazione alla nascita.
(Alessandro Morandotti)

Bisogna guardarsi dal disprezzare quelli che sono di umile nascita (è l’espressione usata da tutti), perché sarebbe un’ingiustizia. Quando sono stati dati alla luce, non è stato chiesto il loro parere, e non è colpa loro.
(Damien Mitton)

Nessuno è responsabile per i suoi genitori. La nascita è una coincidenza.
(Claude Jasmin)

Il grande privilegio di essere nati si sconta, giorno dopo giorno, col resto della propria vita.
(Giovanni Soriano)

Certi nascono umani. Altri ci mettono una vita a diventarlo.
(Chuck Palahniuk)

Nascere, è ricevere tutto un universo in regalo.
(Jostein Gaarder)

L’uomo è tre volte fanciullo: quando nasce, quando si sposa e quando invecchia.(Proverbio)

La nascita è l’improvvisa apertura di una finestra, attraverso la quale puoi affacciarti su di una stupenda prospettiva. Che cos’è successo? Un miracolo. Hai scambiato il nulla con la possibilità del tutto.
(William Macneile Dixon)

Sono nata dopo mezzanotte
un modo come un altro per uscire di casa
(Aldina Di Stefano)

So che la mia nascita è un caso, un incidente risibile, eppure, appena mi lascio andare, mi comporto come se fosse un evento capitale, indispensabile al funzionamento e all’equilibrio del mondo.
(EM Cioran)

Il momento più importante della vita sono i primi cinque minuti: da come ti sorride l’infermiera, lo capisci subito se sei nato figlio di papà.
(Gianni Monduzzi)

Irresponsabile della mia nascita, ho un alibi di ferro: non c’ero.
(Gesualdo Bufalino)

Nascere è umano, perseverare è diabolico.
(Gesualdo Bufalino)

Riunite in un libro tutte le parole pronunciate da un uomo dalla sua nascita fino alla sua morte. Chi mai leggerebbe un libro simile? Eppure…
(Roberto Morpurgo)

La miglior cosa per gli uomini di questa terra è non essere nati e non vedere la luce del sole; ma se son nati, allora quanto più presto possibile valicare le porte dell’Ade e giacere profondamente sepolti.
(Teognide)

La nascita è un contratto di cui ignoriamo completamente il contenuto, che ci fanno firmare senza leggere, con una clausola rescissoria elevatissima.
(Marco Oliverio)

Dalla nascita alla morte, dal lunedì alla domenica, da mattina a sera, tutte le attività sono organizzate e prestabilite. Come potrebbe un uomo prigioniero nella ragnatela della routine ricordarsi che è un uomo, un individuo ben distinto, uno al quale è concessa un’unica occasione di vivere, con speranze e delusioni, dolori e timori, col desiderio di amare e il terrore della solitudine e del nulla?
(Erich Fromm)

Quando ti nasce un figlio non sai mai chi ti metti in casa.
(Achille Campanile)

Ogni uomo nasce come molti uomini e muore come uno solo.
(Martin Heidegger)

Un neonato rappresenta il convincimento di Dio che il mondo debba continuare.
(Carl Sandburg)

La nascita implica la morte, la vittoria implica la caduta, la felicità implica l’infelicità. Viviamo in un mondo davvero triste e non degno di essere vissuto.
(Paulo Coelho)

La nascita di un bambino porta gioia nella casa: avrebbero potuto essere gemelli.
(Frank Richardson)

La nascita è l’improvvisa apertura di una finestra, attraverso la quale ci si affaccia su di una prospettiva stupenda. Che cosa è successo? Un miracolo. Hai scambiato il nulla con la possibilità del tutto.
(William Macneile Dixon)

Prega per noi ora e nell’ora della nostra nascita.
(Thomas Stearns Eliot)

Ho trovato la scadenza sul mio certificato di nascita.
(Steven Wright)

Se la vita fosse giusta, nasceremmo vecchi e raggiungeremmo la giovinezza nel periodo in cui avremmo risparmiato abbastanza per godercela.
(Jim Fiebig)

lla mia nascita una fata si è chinata sulla mia culla dicendomi: “Assaporerai una parte minuscola di questa vita e in cambio la percepirai tutta”.
(Christian Bobin)

I bambini sono frammenti di polvere di stelle soffiati dalla mano di Dio. Fortunata la donna che conosce le doglie del parto perché lei ha tenuto una stella dentro sé.
(Larry Barretto)

Nascere vuole dire uscire dal niente; morire vuol dire tornare nel niente: il vivente è ciò che esce dal niente e torna nel niente.
(Emanuele Severino)

Nel momento in cui nasce un bambino, nasce anche la madre. Lei non è mai esistita prima. Esisteva la donna, ma la madre mai. Una madre è qualcosa di assolutamente nuovo.
(Osho)

Tutto sarebbe tanto più semplice se nascessimo con le istruzioni per l’uso e la data di scadenza.
(Alessandro Morandotti)

Un bambino appena nato. Un batuffolo di luce lanciato dalle stelle più lontane. E dentro ci sono già le leggi della vita, le formule segrete della meraviglia e le prime chiavi per aprire le forme del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

È meglio nascere senza naso che senza fortuna.
(Proverbio)