La notte non è stata creata semplicemente per dormire. Spesso, infatti, la notte porta con sé le idee migliori,le riflessioni più profonde, momenti impossibili durante il giorno. Ogni nottata passata in bianco a pensare, parlare o a guardare le stelle ha un profondo significato. Sarà capitato a tutti di non riuscire ad andare a dormire per via delle troppe preoccupazioni o per tentare di rendere interminabile la bella serata che si sta passando; in entrambi i casi la notte ha la sua utilità che esula dal dormire. Quando fuori è buio, regna il silenzio e non c’è nessuno per le strade, si crea lo spazio necessario per dare libero sfogo ai propri pensieri e alla creatività, per questo molti artisti lavorano di notte. Tutto in quei momenti è magico, avvolto da una luce diversa rispetto a quella del giorno. Si trova il coraggio di affrontare determinate soluzioni e si fanno progetti per la giornata futura. A mano a mano che le ore passano, però, tutto cambia. Il buoi lascia spazio alla flebile luce che si diffonde, il cielo si tinge di colori meravigliosi, il nuovo giorno è giunto. L’incanto è finito.

Per gli amici nottambuli, amanti della quiete delle ore notturne, abbiamo selezionato 100 aforismi sulla notte, tutti meravigliosi e carichi di significati.

A volte sto sveglio di notte e mi chiedo, “Dove ho sbagliato?” Poi una voce mi dice, “Per saperlo ti ci vorrà più di una notte.
(Charles M. Shulz)

Quando nelle lunghe notti gelate levava il muso alle stelle gettando lunghi ululati nello stile dei lupi, erano i suoi antenati morti e ridotti in polvere, che levavano il muso alle stelle e ululavano nei secoli attraverso di lui.”
(Jack London)

Nella notte trascorriamo meta’ della nostra vita, ed è davvero la metà più bella. (Johann Wolfgang von Goethe)

A tutti è dovuto il mattino, ad alcuni la notte. A solo pochi eletti la luce dell’aurora.
(Emily Dickinson)

Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri?
(William Shakespeare)

Se così triste è la notte, è triste per colpa mia. (Manuel Altolaguirre)

Il giorno ha gli occhi, la notte le orecchie. (Proverbio tedesco)

Alle tre del mattino è sempre troppo presto o troppo tardi per qualsiasi cosa tu voglia fare.
(Jean-Paul Sartre)

Si deve avere un amico invisibile a cui parlare nelle ore silenziose della notte e durante le passeggiate nei parchi.
(Khalil Gibran)

Se pensi ad una cosa alle tre del mattino e poi ci ripensi l’indomani a mezzogiorno, arrivi a conclusioni diverse.
(Charles M. Schulz)

Se l’amore è cieco, tanto meglio si accorda con la notte.
(William Shakespeare)

Di notte la solitudine si scuce, il giradischi svapora e, all’improvviso, il proprio guanciale è una penna
(Luigi Trucillo)

Non posso camminare attraverso i sobborghi nella solitudine della notte senza pensare che la notte ci piace perché, come il ricordo, sopprime i particolari oziosi.
(Jorge Luis Borges)

Di notte un ateo crede quasi in un Dio.
(Edward Young)

La notte è la prova che il giorno non è sufficiente.
(Elizabeth Quin)

Sembrava come se le strade fossero assorbite dal cielo, e la notte erano tutta in aria.
(Charles Dickens)

E mi piace la notte ascoltare le stelle… sono come cinquecento milioni di sonagli.
(Antoine de Saint Exupery)

Ma dopo tutto che cos’è una notte? Uno spazio breve, specialmente quando il buio viene così presto, e così presto cinguetta un uccello, canta un gallo, o un verde pallido appare, come una foglia che si apre, nel cavo dell’onda.
(Virginia Woolf)

Di notte le ciliege sono più succose
di quelle raccolte a mezzogiorno…
Nella ciliegia raccolta di notte,
maturata dalla rugiada estiva
c’è il succo della pura delizia.
Fresca, scura, dolce e profumata di cielo.
(Robert Graves)

Di notte ogni cosa assume forme più lievi, più sfumate, quasi magiche. Tutto si addolcisce e si attenua, anche le rughe del viso e quelle dell’anima.
(Romano Battaglia)

Non cercare di risolvere questioni gravi nel bel mezzo della notte.
(Philip K. Dick)

E’ la notte che ti frega. Troppo silenzio, e i pensieri si sentono di più. Non sei sola, ti fanno compagnia i ricordi. Silenzio, pensieri e ricordi. E non dormi più. (Federi Manelli)

Certe notti sei sveglio o non sarai sveglio mai… (Luciano Ligabue)

Questa notte non può durare in eterno, perchè fra poco arriverà il mattino, ammesso che ci sia un domani.
(Jim Morrison)

Notte
La notte non è meno meravigliosa del giorno, non è meno divina; di notte risplendono luminose le stelle, e si hanno rivelazioni che il giorno ignora.
(Nikolaj Berdjaev)

Certe notti sono fatte per la tortura, o la riflessione, o il sapore di solitudine.
(Poppy Z. Brite)

Ascoltate i pensieri, i presentimenti della notte, perché, in quella pace, come sommesso rumore lontano, si fa la coscienza sentire.
(Niccolò Tommaseo)

È bella di notte la città. C’è pericolo ma pure libertà. Ci girano quelli senza sonno, gli artisti, gli assassini, i giocatori, stanno aperte le osterie, le friggitorie, i caffè. Ci si saluta, ci si conosce, tra quelli che campano di notte. Le persone perdonano i vizi. La luce del giorno accusa, lo scuro della notte dà l’assoluzione. Escono i trasformati, uomini vestiti da donna, perché così gli dice la natura e nessuno li scoccia. Nessuno chiede di conto di notte. Escono gli storpi, i ciechi, gli zoppi, che di giorno vengono respinti. È una tasca rivoltata, la notte nella città. Escono pure i cani, quelli senza casa. Aspettano la notte per cercare gli avanzi, quanti cani riescono a campare senza nessuno. Di notte la città è un paese civile.
(Erri De Luca)

Silenzio. rischieresti di non sentire ciò che la notte ha da consigliarti. (Gemini Pendente)

È di notte che i pensieri si alzano in volo e che le pagine bianche del mio libro iniziano a riempirsi. Ma tra le righe rimangono sempre degli spazi vuoti, dei pensieri non scritti o dissipati nei rivoli delle indecisioni. Spesso è proprio in questi luoghi che ci perdiamo. E a volte non riusciamo più a venirne fuori.
(Filippo Aliosi)

Nella vostra vita vi auguro almeno un blackout in una notte limpida.
(Mario Rigoni Stern)

Non innamorarti della notte così follemente da non riuscire più a trovare la strada.
(Anne Rice)

Ho le guance sul cuscino, le mani sui fianchi e il corpo disteso sul letto, ma il cavallo alato che c’è in me non vuole dormire. Nel buio si accende di lontananza, vuole fare come il vento e partire e scoprire cose grandiose. Gli dico di accucciarsi e acquietarsi nella spirale del mio corpo, ma la notte è piena di sentieri e precipizi da esplorare e il sonno è una cosa troppo piccola per lui.
(Fabrizio Caramagna)

La notte mi vesto di Chanel numero 5.
(Marilyn Monroe)

A volte la notte me ne sto sveglio nel letto e mi chiedo: “Dove ho sbagliato?”. Poi una voce mi dice: “Ti ci vorrà più di una notte per questo”.
(Charlie Brown)

So poco della notte
ma la notte sembra sapere di me,
e in più, mi cura come se mi amasse,
mi copre la coscienza con le sue stelle.
Forse la notte è la vita e il sole la morte.
Forse la notte è niente
e le congetture sopra di lei niente
e gli esseri che la vivono niente.
(Alejandra Pizarnik)

Per me questo è il momento peggiore della notte. Troppo tardi per ieri, troppo presto per domani.
(Dal film Insomnia)

Io sopporto con fatica le notti di plenilunio che d’estate o d’inverno denudano tutte le cose. Esse scacciano il sonno e conducono sempre con sé pensieri lucidi e freddi. Siano maledette! (Maksim Gorkij)

La notte è davvero il momento migliore per lavorare. Tutte le idee sono lì per essere tue perché tutti gli altri dormono.
(Catherine O’Hara)

I giorni vengono distinti fra loro, ma la notte ha un unico nome.
(Elias Canetti)

E’ di notte che si percepisce meglio il frastuono del cuore, il ticchettio dell’ansia, il brusio dell’impossibile e il silenzio del mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Lasciami andare a vedere il Sogno, la Velocità, il Miracolo, non fermarmi con uno sguardo triste, questa notte lasciami vivere laggiù, sull’orlo del mondo, solo questa notte, poi tornerò. Così si chiuderà il cerchio delle cose non accadute.
(Alessandro Baricco)

Chi non vede il fratello nella notte, nella notte non può vedere se stesso.
(Tagore)

Il mondo è un occhio gigante che fissa le stelle. Quando si stanca, chiude le sue palpebre – proprio come sto facendo ora – e lascia il posto ai sogni, che è il motivo per cui la notte è molto più misteriosa del giorno.
(Sean Stewart)

Più scura la notte, più luminose le stelle,
più profondo il dolore, più vicino è Dio!
(Fëdor Dostoevski)

Io sono una selva e una notte di alberi scuri, ma chi non ha paura delle mie tenebre troverà anche pendii di rose sotto i miei cipressi.
(Friedrich Nietzsche)

Basterà il filo bianco dell’aurora a separarci dalla notte?
(Margaret Mazzantini)

ignobili. Di notte si monologa. Come dei re.
(Manlio Sgalambro)

Le notti in cui rimani sveglio a fare l’amore, chiacchierare e ridere fino all’alba, in cui ci si confessano cose intime, cose di cui ci si è sempre vergognati. Sono le notti in cui ti senti così vicino che nessuna distanza ti separa dalla persona al tuo fianco. Si è complici in tutto.
(Fabio Volo)

E ora non piangere perché | presto la notte finirà | con le sue perle stelle e strisce | in fondo al cielo | e ora sorridimi perché | presto la notte se ne andrà | con le sue stelle arrugginite | in fondo al mare.
(Fabrizio De André)

“Sei la luce che illumina la mia vita anche quando è notte.”
(Jean-Paul Malfatti)

Nei sogni della notte i cattivi chiedono perdono ed i buoni uccidono.
(Stefano Benni)

L’ora più buia è quella che precede il sorgere del sole.
(Paulo Coelho)

La notte corre incontro a se stessa.
(Jorge Amado)

Fosse la paura che a poco a poco aveva invaso il nostro equipaggio, fosse perché navigavamo su quel mare sotto le cui onde riposava il vascello stregato, o il riso schernevole del vecchio mastro che risuonava ancora nei nostri orecchi, o il cambiamento operatosi nel nostro capitano di solito così scettico e che rideva ad ogni chiusa di quelle novelle, o qualche altra cosa, quella notte a bordo del nostro veliero regnò come una specie di terrore.
(Emilio Salgari)

Sentivo un profondo desiderio di evasione. Mi richiudevo liberamente in me stesso. La notte, la musica e le stelle cominciarono ad avere una parte sempre più importante nei miei quadri.
(Joan Mirò)

La notte cambia odore ogni ora che passa.
(Andrea Camilleri)

Capisco come si possa guardare la terra ed essere atei, ma non capisco come si possa guardare il cielo di notte e non credere in Dio.
(Benjamin Franklin)

Un’ora di sonno prima di mezzanotte è meglio che tre ore dopo la mezzanotte.
(George Herbert)

Nella rete non c’è notte e non c’è giorno, non c’è alto e non c’è basso, non c’è corpo e non c’è calligrafia, c’è solo il bit, che viaggia e che prende la forma che gli vogliamo dare.
(Jovanotti)

L’estate non si caratterizza meno per le sue mosche e zanzare che per le sue rose e le sue notti stellate.
(Marcel Proust)

Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte.
(Edgar Allan Poe)

Io amo la notte perché di notte tutti i colori sono uguali e io sono uguale agli altri…
(Bob Marley)

Cosa ha a che fare la notte con il sonno?
(John Milton)

Scrivevo silenzi, notti, notavo l’inesprimibile, fissavo vertigini. (Arthur Rimbaud)

“Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, visto che io riderò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!” E rise ancora. “E quando ti sarai consolato (ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto. Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me. E aprirai a volte la finestra, così, per il piacere… E i tuoi amici saranno stupiti di vederti ridere guardando il cielo. Allora tu dirai: “Sì, le stelle mi fanno sempre ridere!” e ti crederanno pazzo. “T’avrò fatto un brutto scherzo…” E rise ancora. “Sarà come se t’avessi dato, invece delle stelle, mucchi di sonagli che sanno ridere…”
(Antoine de Saint-Exupery)

Ogni notte esige il proprio menù.
(Honeré De Balzac)

Ci sono notti che non accadono mai.
(Alda Merini)

E al di là della notte
mi aspetterà
spero
il sapore di un nuovo azzurro.
(Nazim Hikmet)

Ciò che vediamo la notte, è lo sfortunato residuo di quanto abbiamo negletto durante la veglia. Il sogno è sovente la rivincita delle cose disprezzate o il rimprovero degli esseri abbandonati.
(Anatole France)

La notte è calda, la notte è lunga, la notte è magnifica per ascoltare storie.
(Antonio Tabucchi)

Tramontata è la luna,
tramontate le Pleiadi.
È a mezzo la notte;
trascorre il tempo;
io dormo sola.
(Saffo)

Guardare il mare di notte come si guarda una madre che dorme. Avere cura di ogni suo respiro. Imparare a udire quel suo fiato che sembra dire “Apriti alle cose e sogna”.
(Fabrizio Caramagna)

So che la notte non è come il giorno: che tutte le cose sono diverse, che le cose della notte non si possono spiegare nel giorno perché allora non esistono, e la notte può essere un momento terribile per la gente sola quando la loro solitudine è incominciata.
(Ernest Hemingway)

Ascoltate i pensieri, i presentimenti della notte, perché, in quella pace, come sommesso rumore lontano, si fa la coscienza sentire.
(Niccolò Tommaseo)

La notte contiene tutte le distanze.
(Giancarlo Stoccoro)

Il giorno ansima nell’urgenza. Solo la notte si lascia respirare.
(Fabrizio Caramagna)

Ci si trascina di notte per le vie e si parla tra sé. Il dialogo alligna di giorno e risuona dei suoi traffici ignobili. Di notte si monologa. Come dei re.
(Manlio Sgalambro)

Penso spesso che la notte è più viva e intensamente colorata del giorno.
(Vincent van Gogh)

Nessuno può sapere, se non dopo una notte di patimenti, quanto dolce e prezioso al cuore e agli occhi possa essere il mattino.
(Bram Stoker)

La notte dissimula i difetti ed è indulgente con tutte le imperfezioni; a quell’ora, ogni donna sembra bella.
(Ovidio)

Il silenzio della notte, che rimodella ogni confusione del giorno. Quasi che la notte fosse luce.
(Don Dino Pirri)

Camminare all’aperto, di notte, sotto il cielo silente, lungo un corso d’acqua che scorre quieto, è sempre una cosa piena di mistero, e sommuove gli abissi dell’animo.
(Hermann Hesse)

Meglio dormire libero in un letto scomodo che dormire prigioniero in un letto comodo.
(Jack Kerouac)

Notte, l’amata.
Notte, quando le parole svaniscono e le cose prendono vita. Quando la distruttiva analisi del giorno è conclusa e quanto è veramente importante diviene nuovamente intero e risuona.
Quando l’uomo ricuce il suo Sé frammentato e cresce con la calma dell’albero.
(Antoine de Saint-Exupery)

Se una notte di plenilunio è bella, essa è perfetta, e nulla manca né in cielo né in terra: nel cielo che contempliamo e nella notte accecata dal suo splendore. (Maria Kuncewiczowa)

Le persone che si amano possono essere separate dalle circostanze della vita ma, anche se solo in sogno, la notte appartiene a loro.
(Patti Smith)

Chissà perché la notte, come la gomma, è di un’infinita elasticità e morbidezza, mentre il mattino è così spietatamente affilato.
(Banana Yoshimoto)

Mi accade spesso di svegliami di notte e cominciare a pensare a una serie di gravi problemi e decidere di parlarne al Papa. Poi mi sveglio completamente e mi ricordo che io sono il Papa. (Papa Giovanni XXIII)

Vengono fuori gli animali più strani, la notte: puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati, spacciatori di droga, ladri, scippatori. Un giorno o l’altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre.
(Robert De Niro in Taxi Driver)

Il giorno ha occhi. La notte ha orecchie.
(Proverbio Persiano)

Oh dolce notte, oh sante | ore notturne e quete, | Ch’i disïosi amanti accompagnate; | in voi s’adunan tante | letizie, onde voi siete sole cagion di far l’alme beate. (Niccolò Machiavelli)

Chi non ha visto il calar della notte non giuri d’inoltrarsi nelle tenebre.
(J.R.R. Tolkien)

Per arrivare all’alba non c’è altra via che la notte.
(Kahlil Gibran)

Vieni o amabile notte dalla nera fronte,
e dammi il mio Romeo;
e quando egli morrà, prendilo e taglialo in piccole stelle,
ed egli renderà così bello il volto del cielo,
che tutto il mondo si innamorerà della bellezza della notte,
e non presterà più nessun culto all’abbagliante sole.
(William Shakespeare)

Non avrebbe mai potuto capirmi, perché a me piacciono troppe cose, e io mi ritrovo sempre confuso e impegolato a correre da una stella cadente all’altra finché non precipito. Questa è la notte, e quel che ti combina. Non avevo niente da offrire a nessuno, eccetto la mia stessa confusione.
(Jack Kerouac)

Pensa al mattino,
agisci a mezzogiorno,
leggi di sera,
e dormi di notte.
(William Blake)

Le notti in cui abbiamo dormito è come se non fossero mai esistite. Restano nella memoria solo quelle in cui non abbiamo chiuso occhio: notte vuol dire notte insonne.
(Emil Cioran)

Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa.
(Giuseppe Ungaretti)

Di notte le ciliege sono più succose
di quelle raccolte a mezzogiorno…
Nella ciliegia raccolta di notte,
maturata dalla rugiada estiva
c’è il succo della pura delizia.
Fresca, scura, dolce e profumata di cielo.
(Robert Graves)