Frasi e aforismi sull’alba

alba

È meraviglioso quel momento in cui è ancora tutto buio, le strade sono vuote, la città è silenziosa e il sole comincia timidamente a sorgere. È anche un peccato che nella vita si vedano molti più tramonti che albe perché in quei momenti ogni cosa appare diversa. Se vi è mai capitato di vedere un’alba non potete darci torto. Quando il sole sorge ogni cosa deve ancora iniziare, la giornata si presenta piena di possibilità e di eventi magnifici. È quasi un peccato quando le ore passano, la città di risveglia e si ripopola di persone che freneticamente inseguono i propri impegni quotidiani. Appena potete, alle prime luci dell’alba uscite ad ammirare com’è diverso il mondo. Andare in spiaggia e guardate il sole che spunta dall’orizzonte. Godetevi il silenzio e la quiete, respirate l’aria fredda del mattino e abitate gli occhi alla nuova luce. Soffermatevi a riflettere su quanti spettacoli naturali meravigliosi sono a vostra disposizione ogni giorno e voi li date per scontati. Guardate l’alba di un nuovo giorno che sorge e cancella la nottata appena trascorsa. Sentitevi rinati e abbandonate le vostre vecchie vesti, è un giorno completamente nuovo. Non dimenticate mai, ogni tanto, di andare a vedere l’alba.

E’ all’alba che vengono i pensieri più cupi, quando nel cielo la notte fa posto al chiarore del giorno…quando ancora tutto è in penombra. C’è silenzio…ma non nella tua mente, l’alba ti porta i ricordi… ti mostra i tuoi sbagli…Sei li’.. il sole non è sorto ancora ma dentro te sta sorgendo un’identità nuova perchè questa luce che non c’è ti mostra nudo… e non puoi mentire, almeno a te stesso. Poi senti gli uccelli cantare… li hai mai sentiti gli uccelli cantare all’alba? Hanno un canto particolare, si svegliano, e con il loro cantare forse vogliono ringraziare. E’ una musica che va dritta al cuore dimentico i pensieri….accantonati per la prossima alba….è tempo di ricominciare un altro giorno un’altra storia….ma quei momenti prima che spuntasse il sole… sono i miei momenti…quelli veri, profondi. Il sole si è fatto alto… gli uccelli non cantano più, è ora di cominciare a vivere e come ogni giorno farò in modo che sia un buon giorno.
(Gisella Migliaccio)

È l’ora in cui le cose perdono la consistenza d’ombra che le ha accompagnate nella notte e riacquistano poco a poco i colori, ma intanto attraversano come un limbo incerto, appena sfiorate e quasi alonate dalla luce: l’ora in cui meno si è sicuri dell’esistenza del mondo
(Italo Calvino)

Grave e triste sul tuo cavallo ti vedo | Calpestare la neve profonda. In questa notte d’inverno | Soffia un vento gelido e sinistro. | Ah! che pena, e com’è gonfio il mio cuore! | Un’alba pallida a oriente | Si fa strada tra tenebre confuse | Col cuore oppresso da un gravoso fardello | Ritorni gemendo amaramente.
(Elisabetta di Baviera)

Dici di amarmi, ma con un sorriso
freddo come un’alba di settembre…
Oh, amami davvero!.
(John Keats)

Vivere ogni giorno come se dovessi morire all’alba del giorno dopo. E poi affrontare ogni nuova alba come se fosse una creazione nuova, e vivere per essa gioiosamente. E non pensare mai al passato. nessun rimpianto, mai!
(Robert A. Heinlein)

La strada dei giusti è come la luce dell’alba, che aumenta lo splendore fino al meriggio.
(Salomone)

Mentre stava lottando con tali parole e tali pensieri, qualche cosa avvenne intorno a lui; qualche cosa che egli aveva descritto molte volte e che aveva letto in mille libri, ma che non aveva mai visto. Attraverso il fitto fogliame occhieggiò una debole, pallida luce, più misteriosa ancora del chiarore lunare. Entrò attraverso le innumerevoli porte e finestre del bosco, timida e silente, ma fiduciosa. La sua bianca veste si rigò d’oro e porpora; il suo nome era: alba.
(Gilbert Keith Chesterton)

L’alba vi prenderà tutti! [ai troll]
(Dal film: Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato)

Nella vita ci sono un’alba e un tramonto ogni giorno. E tu puoi scegliere di essere presente, puoi metterti sulla strada della bellezza.
(Dal film Wilde)

La verginella è simile alla rosa | Ch’in bel giardin su la nativa spina | Mentre sola e sicura si riposa, | Né gregge né pastor se le avvicina: | L’aura soave e l’alba rugiadosa, | L’acqua, la terra al suo favor s’inchina: | Gioveni vaghi e donne innamorate | Amano averne e seni e tempie ornate.
(Ludovico Ariosto)

Era impaziente che arrivasse il mattino; ma esso venne lentamente e in modo normale, proprio come se al mondo lui non esistesse.
(William Butler Yeats)

Avevi l’abitudine di andare ogni mattina a spiare l’arrivo della luce in giardino. Con in mano la prima tazza di caffè, coglievi la fortuna di esistere, di risvegliarti con la natura qui, in questo angolo del pianeta, di rianimarti e di toccare terra, prima di affrontare lo sforzo di vivere… Respiri avidamente il giorno nuovo, inedito, e capisci che questo, niente più di questo rappresenta ancora la felicità: bere l’aria scura.
(Colette Nys-Mazure)

“Anche l’alba proietta ombra” − sibilò il crepuscolo. “Ma da un’altra parte” − spiegò l’alba.
(Stanisław Jerzy Lec)

Alba la presero in duemila il 10 ottobre e la persero in duecento il 2 novembre dell’anno 1944.
Ai primi d’ottobre, il presidio repubblicano, sentendosi mancare il fiato per la stretta che gli davano i partigiani dalle colline (non dormivano da settimane, tutte le notti quelli scendevano a far bordello con le armi, erano esauriti gli stessi borghesi che pure non lasciavano più il letto), il presidio fece dire dai preti ai partigiani che sgomberava, solo che i partigiani gli garantissero l’incolumità dell’esodo. I partigiani garantirono e la mattina del 10 ottobre il presidio sgomberò.
(Beppe Fenoglio)

Il cielo bianco annunciava un’alba senza colore. Il mattino presto è sempre silenzioso, ma solo certi silenzi sono sinonimi di assenza, altri sono ricchi di complicità.
(Marc Levy)

Ogni alba ha i suoi dubbi.
(Alda Merini)

Alcuni sporgono dalla notte solo per vedere un’alba blu.
(Giancarlo Stoccoro)

Fra speranza e affanni, fra timori e rabbia, immagina che l’alba di ogni giorno sia l’ultima per te: le ore che seguiranno e non speravi più saranno tutte un incanto.
(Orazio)

Confini dell’alba e della sera sono l’Orsa, di contro all’Orsa la pietra terminale del raggiante Zeus.
(Eraclito)

Respiri piano per non far rumore, / ti addormenti di sera e ti risvegli col sole / sei chiara come l’alba, / sei fresca come l’aria.
(Vasco Rossi)

L’alba è il germoglio dell’oggi.
(Liomax D’Arrigo)

Per chi ha vegliato la notte, anche l’aria purissima dell’alba è avvelenata.
(Anselmo Bucci)

In quel grande silenzio dove arriva | l’alba dai porti delle nebbie, ai vetri | d’una casa straniera, io parlerò | della vita perduta come un sogno | e tu m’ascolterai dentro al tuo freddo | chiudendo gli occhi a poco a poco, azzurra.
(Alfonso Gatto)

Quando un’alba o un tramonto non ci danno più emozioni, significa che l’anima è malata.
(Roberto Gervaso)

Era quasi l’alba. La nebbia fluttuava sul Volga e sembrava aver inghiottito ogni forma di vita. Poi, di colpo, il sole si levò, e fu un’esplosione di speranza.
(Vasily Grossman)

Per migliaia di notti ho sognato di far l’amore con te in questo modo. Nessuno sulla faccia della terra ha mai odiato l’alba come me, quando veniva a separarmi dai miei sogni.
(Lisa Kleypas)

Mi abbandonai a quell’incantesimo fino a quando la brezza dell’alba lambì i vetri della finestra e i miei occhi affaticati si posarono sull’ultima pagina. Solo allora mi sdraiai sul letto, il libro appoggiato sul petto, e ascoltai i suoni della città addormentata posarsi sui tetti screziati di porpora. Il sonno e la stanchezza bussavano alla porta, ma io resistetti. Non volevo abbandonare la magia di quella storia né, per il momento, dire addio ai suoi protagonisti. Un giorno sentii dire a un cliente della libreria che poche cose impressionano un lettore quanto il primo libro capace di toccargli il cuore. L’eco di parole che crediamo dimenticate ci accompagna per tutta la vita ed erige nella nostra memoria un palazzo al quale – non importa quanti altri libri leggeremo, quante cose apprenderemo o dimenticheremo – prima o poi faremo ritorno.
(Carlos Ruiz Zafón)

Vieni, aurora, incendia la casa del sonno, inonda di luce l’ombra che bisbiglia ancora.
(Jonathan Coe)

Sorgi o Israele! Contempla l’alba della libertà.
(I dieci comandamenti)

Al mattino gli uccelli inventano mille canti, uno per ogni riflesso della loro gola illuminata dall’alba.
(Fabrizio Caramagna)

Non c’è cosa più amara che l’alba di un giorno in cui nulla accadrà.
(Cesare Pavese)

Solo i cinici e i codardi non si svegliano all’aurora.
(Francesco Guccini)

Chi non ha mai visto il mare alle sei del mattino, non conosce il mare
(Anonimo)

Siamo scesi nel giardino silenzioso. L’alba è il momento in cui nulla respira, l’ora del silenzio. Tutto è paralizzato, solo la luce si muove.
(Leonora Carrington)

Le idee hanno l’abitudine di svegliarsi molto presto, all’alba.
(Toni Baldi)

L’alba porta avanti nel cammino, porta avanti nel lavoro.
(Esiodo)

C’è una canzone che dice: “Il sole che sorge fa finire l’amore”. Era esattamente quello che speravo accadesse. (Dal film Hong Kong Express)

La strada dorme: è bianca, è secondaria
all’alba suoni e passi mettono pezzi di suono dentro il sogno
una tessera, l’altra, nel mosaico che vive.
(Antonella Anedda)

Non si può toccare l’alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.
(Kahlil Gibran)

La brezza all’alba ha segreti da dirti.
Non tornare a dormire.
(Rumi)

Alba. L’ora di andare a letto per gli uomini ragionevoli. Certi vecchi invece preferiscono alzarsi a quell’ora, fare un bagno freddo e una lunga passeggiata a stomaco vuoto e mortificare la carne in altro modo. Essi attribuiscono con orgoglio a queste sane abitudini il loro vigore e l’età raggiunta. In realtà sono ancora vivi e vegeti non in virtù, ma a dispetto delle loro abitudini. La ragione per cui si trovano soltanto persone molto robuste che abbiano adottato tale linea di condotta è che tutti gli altri che ci hanno provato sono morti.
(Ambrose Bierce)

Il mattino seguente il sole sorse su un mondo nuovo. Oddo doveva partire allo spuntar del giorno e l’alba lo sorprese alla finestra, mentre col pensiero la vedeva dispiegarsi e tuttavia non ancora del tutto visibile nell’estremo barlume delle stelle.
(Edith Wharton)

La vita… è ricordarsi di un risveglio triste in un treno all’alba: aver veduto fuori la luce incerta: aver sentito
nel corpo rotto la malinconia vergine e aspra dell’aria pungente. Ma ricordarsi la liberazione improvvisa è più dolce: a me vicino un marinaio giovane: l’azzurro e il bianco della sua divisa, e fuori un mare tutto fresco di colore.
(Sandro Penna)

I lavori cominciano all’alba. Ma noi cominciamo / un po’ prima dell’alba a incontrare noi stessi / nella gente che va per la strada. Ciascuno ricorda / di esser solo e aver sonno, scoprendo i passanti / radi – ognuno trasogna fra sé, / tanto sa che nell’alba spalancherà gli occhi.
(Cesare Pavese)

Apprezza di più l’alba chi ha vissuto a lungo nel buio della notte.
(Salvatore Cutrupi)

Non c’è niente di più bello che la bellezza dei boschi prima dell’alba.
(Raymond Carver)

Ogni raggio dell’alba prenda per mano i tuoi sogni e li conduca alla realtà.
(Proverbio Tibetano)

Era l’ora in cui lo stomaco di chi è stato in piedi tutta la notte esige qualcosa di caldo, l’ora in cui le mani si cercano sotto le lenzuola mentre i sogni si fanno più vividi, l’ora in cui i giornali profumano di inchiostro e il giorno manda avanti le staffette dei primi rumori. Era l’alba e tutto ciò che restava della notte erano due ombre sotto gli occhi di quella strana ragazza al mio fianco.
(Giorgio Calligarich)

– È l’alba, tra poco…
– Perché la luce è strana e bianca?
– Perché qui siamo a Broadway, dove l’alba l’accende l’elettricista.
(Dal film Bulli e pupe)

Le albe non sono che l’illusione della bellezza del mondo. Quando il mondo apre gli occhi, la realtà riprende i suoi diritti. E riappare il merdaio.
(Jean-Claude Izzo)

In India si dice che l’ora più bella è quella dell’alba, quando la notte aleggia ancora nell’aria e il giorno non è ancora pieno, quando la distinzione fra tenebra e luce non è ancora netta e per qualche momento l’uomo, se vuole, se sa fare attenzione, può intuire che tutto ciò che nella vita gli appare in contrasto, il buio e la luce, il falso e il vero non sono che due aspetti della stessa cosa.
(Tiziano Terzani)

Questo è un altro aspetto rasserenante della natura: la sua immensa bellezza è lì per tutti. Nessuno può pensare di portarsi a casa un’alba o un tramonto.
(Tiziano Terzani)

In Africa una cosa è vera all’alba e falsa a mezzogiorno e per questa cosa non si ha più rispetto di quanto se ne abbia per il bel lago dalla perfetta corona d’erba che si è visto oltre la pianura salina cotta dal sole.
(Ernest Hemingway)

L’alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d’un residuo di sogno e d’un principio di pensiero.
(Victor Hugo)

Attendi il mio arrivo alla prima luce del quinto giorno. All’alba guarda ad Est.
(Dal film Il signore degli anelli-Le due torri)

Alba. Pochissimi sanno ancora che esiste, perché moltissimi vanno a letto lodevolmente poco prima che spunti. Essa era cantata una volta, da quegli antichi poeti oleografici che la chiamavano «Aurora dalle rosee dita»; ma i terribili poeti attuali delle parole in libertà, abbandonate simili fregnacce, cantan fra l’altro i vari voltaggi delle lampade ad arco adibite a surrogare il sole durante la notte, la quale è il giorno veramente adatto ai bipedi implumi dei nostri felicissimi giorni. Esiste, però ancora «l’alba della gloria»; ma anch’essa, uniformandosi ai tempi essenzialmente rapidi e dinamici, è in uno stesso istante alba e tramonto; e ciò è giusto, perché tutte l’albe della gloria non restino oscurate dalla gloria che oltrepassa l’alba.
(Domenico Giuliotti e Giovanni Papini)

A tutti è dovuto il mattino, ad alcuni la notte. A solo pochi eletti la luce dell’aurora.
(Emily Dickinson)

Ognuno trasogna fra sé,
tanto sa che nell’alba spalancherà gli occhi.
(Cesare Pavese)

È sempre più buio appena prima dell’alba.
(Thomas Fuller)

Ho abbracciato l’alba d’estate.
Niente si muoveva ancora nel fronte dei palazzi. L’acqua era morta. I campi d’ombra non lasciavano la strada dei boschi. Ho camminato, risvegliando gli aliti vivi e tiepidi, e le pietre guardarono, e le ali si alzarono senza rumore.
La prima impresa fu, nel sentiero già pieno di freschi e smorti fulgori, un fiore che mi disse il suo nome.
(Arthur Rimbaud)

Il tempo appena prima dell’alba contiene più energia di tutte le ore del giorno. Questo mi ha aiutato a diventare un tipo mattiniero e un uomo d’azione precoce.
(Anonimo)

Puoi svegliarti anche molto presto all’alba, ma il tuo destino si è svegliato mezz’ora prima di te.
(Proverbio Africano)

Quali impostori siamo noi, che pretendiamo di vivere per la bellezza, e non vediamo l’alba!
(Logan Pearsall Smith)

Le volte in cui si era svegliato mentre fuori era ancora buio, per tutto il giorno aveva avuto la sensazione che la giornata fosse sua, come se fosse stato lui a suscitare la luce dell’alba.
(Fabio Volo)

Non credete ai “ti pensavo ma…” o ai “avrei voluto ma…”. Credete ai gesti! Credete a una carezza! Credete ai fatti, alle dita che digitano un numero, alle braccia che vi stringono, alle mani che si incastrano nelle vostre! Credete solo a quegli occhi che attendono l’alba per aprirsi assieme ai vostri!
(Selene Pascasi)

Ho visto le menti migliori della mia generazione, distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche, trascinarsi nelle strade, all’alba in cerca di droga rabbiosa.
(Allen Ginsberg)

E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire.
(Franco Battiato)

I sogni muoiono all’alba, specialmente il giorno in cui dobbiamo pagare le tasse.
(Romano Battaglia)

L’alba è una luce di speranza con cui il sole apre un giorno nuovo alle aspirazioni dell’anima.
(Mario Vassalle)

La musica è l’armonia dei sensi che estende l’anima. Come l’alba, che violentando il giorno partorisce l’eterno. (Marco Bartiromo)

Svegliarti, all’alba: col peso delle dita assonnate,
prima che suoni la sveglia, prima del viaggio; prima
che le sale d’attesa della stazione, i binari
prendano possesso di noi, avvolgendoci con l’involucro di metallo,
con il freddo. La luce sta appena montando le sue installazioni,
estrae dal buio i vestiti ripiegati, i libri…
(Marzanna Bogumila Kielar)

Dobbiamo imparare a risvegliarci e a mantenerci desti, non con aiuti meccanici ma con una infinita speranza nell’alba, che non ci abbandona neppure nel sonno più profondo.
(Henry David Thoreau)

Ogni giorno è diverso dall’altro, ogni alba porta con sè il suo speciale miracolo, il suo istante magico, in cui si distruggono gli universi passati e nascono nuove stelle. I Navajo ,infatti, insegnano ai loro bambini che ogni mattina il sole che sorge e’ un sole nuovo. Nasce ogni giorno, vive solo per quel giorno, muore alla sera e non ritornera’ piu’. Dicono ai loro piccoli: Il sole ha solo questo giorno, un giorno. Vivi bene la tua vita in modo che il sole non abbia sprecato il suo tempo prezioso.
(Paulo Coelho)

La notte non è mai così nera come prima dell’alba ma poi l’alba sorge sempre a cancellare il buio della notte.
(Romano Battaglia)

Negli angoli di casa cerchi il mondo, nei libri e nei poeti cerchi te, ma il tuo poeta muore e l’alba non vedrà, e dove corre il tempo chi lo sa?
(Francesco Guccini)

L’alba e il crepuscolo − due ore decisive, e l’uomo di solito sbadiglia.
(Stanisław Jerzy Lec)

Sorridi amico mio, è l’alba!
(Dal film Una notte al mueseo)

Un sognatore è uno che può solo trovare la sua strada al chiaro di luna, e la sua punizione è che scorge l’alba prima del resto del mondo.
(Oscar Wilde)

All’alba, diafani progetti si lasciano modellare da occhi pigri che risvegliano tulipani colorati rincorrendo l’orizzonte.
(Massimo Pistoja)

Non ogni notte termina con l’alba.
(Stanisław Jerzy Lec)

Prima dell’alba siamo passati tra Capri e il Continente e siamo entrati nel Golfo di Napoli. Ero sul ponte. L’indistinta massa del Vesuvio fu presto in vista. L’ho riconosciuta da un quadro (della mamma?). Ben presto ho «sentito» la città. Luci brillanti. Siamo stati trattenuti a bordo fino alle nove dalla polizia che se la prende con comodo. Con alcuni altri sono sceso all’Hotel de Geneve. Colpito dalla prima apparizione di Napoli. Grandi folle, strade belle, edifici alti.
(Herman Melville)

Solo di tanto in tanto ci capita di avere la certezza di vivere a lungo, molto a lungo, forse addirittura per sempre. Succede, a volte, quando ci alziamo all’alba, e usciamo in quell’ora tenera e solenne, da soli.
(Frances Hodgson Burnett)

C’è un momento in ciascuna alba in cui la luce è come sospesa; un istante magico dove tutto può succedere. La creazione trattiene il suo respiro.
(Douglas Adams)

All’alba gli alberi e i fiori si svegliano prima di tutti e milioni di braccia si sgranchiscono e distendono in alto, staccano la luce dalla tela dell’universo per adagiarla sul mondo.
(Fabrizio Caramagna)

All’alba i miei amici, dopo l’orazione del mattino, prepararono una eccellente colazione nello stesso modo della sera precedente. Certamente essi ne presero una ampia parte, perché invero non ho mai veduto uomini mangiare tanto.
(Charles Darwin)

[Satana] “Vorrei chiedere un unico favore” egli disse. [Dio] “Di’ pure”. “Mi risulta che sta per essere creato l’uomo. Avrà bisogno di leggi”. “Miserabile! Tu, destinato ad essere il suo avversario, tu, che dall’alba dell’eternità sei stato riempito d’odio per l’anima sua, tu chiedi il diritto di fargli le leggi?”. “Chiedo perdono; ciò che domando è che gli sia permesso di farsele da solo”. E così fu ordinato.
(Ambrose Bierce)

Non sapendo quando l’alba verrà
lascio aperta ogni porta.
(Emily Dickinson)

L’alba del terzo millennio si alza sull’esigenza di un combattimento rinnovato per la giustizia, combattimento più fondamentale che sociale, di fronte alle nuove sfide delle società pluraliste.
(Marc Ouellet)

Da bambino, spesso, guardavo le albe in maniera distratta e superficiale. Godere delle albe era un diritto che tutti, e tutto ciò che mi circondava, mi garantivano. In età matura, godere delle albe è una giornaliera conquista, necessaria anche per continuare a garantire quel diritto ai giovani, anche quando questi non ne apprezzano ne colori né valori, come succedeva anche a me alla loro età.
(Nino Lo Iacono)

Ha scritto una poesia sull’alba, anche se dubito che costui si sia mai alzato così presto.
(Valeriu Butulescu)

Destarsi all’alba con un cuore alato e rendere grazie per un nuovo giorno d’amore.
(Kahlil Gibran)

Invecchia con me! Il meglio deve ancora venire, Il tramonto della vita, per cui l’alba fu creata.
(Robert Browning)

«A che è dovuta la sua aria di sufficienza?». «Sono riuscito a sopravvivere a molte notti durante le quali mi chiedevo: mi ucciderò all’alba?».
(Emil Cioran)

L’alba è il ritorno di una promessa di luce che aspira all’eternità.
(Andrea Barani)

Sappiate dove cercare il momento dell’alba e del tramonto, e notate come appare il cielo in quell’istante, almeno una volta.
(Marilyn vos Savant)

Dolce è l’alba che illumina gli amanti.
(Anonimo)

Non c’è nudità prima dell’alba.
(Giancarlo Stoccoro)

Il bello della vita
è esserci
anche questa mattina
e sorseggiare
i primi raggi di luce
come se fosse
un miracolo.
(E. Pearlman)

Ci vediamo al fondo di un bicchiere/ fino a quando l’alba nel cielo tornerà/ e nell’alba disperata/ sarà triste rincasare/ per attendere la notte/ e poterti ritrovare/ al fondo di un bicchiere/ nel cielo dei bar.
(Fred Buscaglione)

Spegni la lampada fumante
nell’angolo della stanza.
Sul cielo d’oriente
è fiorita la luce dell’universo:
è un giorno lieto.
Sono destinati a conoscersi
tutti coloro che cammineranno
per strade simili.
(Rabindranath Tagore)

loading...
Top