L’arte traduce la realtà creando nuove possibilità; sovente, queste ultime non sono comprensibili a tutti ma possono comunque suscitare sensazioni ed emozioni felici. I più grandi artisti considerati folli dalla società in cui vivevano, hanno realizzato opere di spessore. La loro “follia” creava combinazioni  singolari  tra quanto veniva percepito e quanto veniva poi rielaborato forse proprio a causa degli effetti di gravi malattie mentali che alteravano le capacità percettive ed emotive. Un artista ci permette di addentrarci nella profondità della realtà in modo singolare, senza schemi sociali.
Un panorama o un fiore, un sentimento d’amore o di disprezzo, uno stato d’animo qualunque o una situazione straordinaria, diventano arte attraverso un commento che vada oltre i confini della prevedibilità e si trasformi in un’opera da apprezzare. Che si tramuti in un’opera di pittura, di scultura o architettura, che viva  nella letteratura, nella musica o nella danza, l’arte può presentarsi in ogni ambito; in teatro, al cinema, nella fotografia; è comunque,sempre, arte. Come si può pretendere allora di racchiuderla in una definizione, avvolgendone il completo significato? In tanti, nel corso della storia, hanno provato comunque a sintetizzarne il concetto. Li elenchiamo.

Esistono due modi per non apprezzare l’Arte.
Il primo consiste nel non apprezzarla. Il secondo nell’apprezzarla con razionalità.
(Oscar Wilde)

L’arte è o plagio o rivoluzione.
(Paul Gauguin)

Spesso siamo colpiti dal contrasto abissale fra la bellezza dell’opera d’arte e la vita disordinata, a volte meschina del suo artefice. Wagner, con le sue opere ci comunica sentimenti sublimi, mentre nella sua vita privata era disordinato e avido. Villon e Marlowe erano degli asociali, Michelangelo era cupo, avaro, collerico, quasi intrattabile. Perché dobbiamo allora valutare moralmente la persona che sta dietro il ruolo che svolge, al di fuori delle oggettivazioni in cui si è realizzata? Non ci basta il risultato del suo impegno, non ci basta la perfezione del suo lavoro?
(Francesco Alberoni)

La buona arte è quella che ti lascia entrare da tante angolazioni diverse e uscire con tante prospettive diverse.
(Mary Schmich)

Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe.
(Albert Camus)

C’è soltanto una cosa che vale nell’opera d’arte ed è quella che non si riesce a spiegare.
(Georges Braque)

La vita imita l’arte più di quanto l’arte non imiti la vita.
(Oscar Wilde)

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa.
(Arthur Schopenhauer)

L’arte deve confortare il disturbato e disturbare il comodo.
(Banksy)

Un artista non può parlare della sua arte più di quanto una pianta possa discutere di orticoltura.
(Jean Cocteau)

Dovete avere il Caos in voi per partorire una stella danzante.
(Friedrich Nietzsche)

Ci sono due tipi di artisti: quelli che vogliono passare alla storia e quelli che si accontentano di passare alla cassa.
(Giorgio Gaber)

Artista è soltanto chi sa fare della soluzione un enigma.
(Karl Kraus)

Si può esistere senza arte, ma senza di essa non si può Vivere.
(Oscar Wilde)

La vita è così orribile che la si può sopportare soltanto fuggendola. E lo si fa vivendo nell’arte.
(Gustave Flaubert)

Nessun grande artista vede mai le cose come veramente sono. Altrimenti non sarebbe più un artista.
(Oscar Wilde)

L’Arte ha parlato molte più lingue di quelle che l’uomo stesso abbia mai creato.
(Davide Sallustio)

L’oggetto dell’arte non è riprodurre la realtà, ma creare una realtà della stessa intensità.
(Alberto Giacometti)

Le opere d’arte sono di una solitudine infinita, e nulla può raggiungerle meno della critica.
(Rainer Maria Rilke)

L’arte non deve mai tentare di farsi popolare. Il pubblico deve cercare di diventare artistico.
(Oscar Wilde)

Impara le regole come un professionista, affinché tu possa infrangerle come un artista.
(Pablo Picasso)

Quando un’opera d’arte sembra in anticipo sul suo tempo, è vero invece che il tempo è in ritardo rispetto all’opera.
(Jean Cocteau)

Si può conquistare il mondo non solo come capitano, sottomettendolo, ma anche come filosofo, penetrandolo, e come artista, accogliendolo in sé e rigenerandolo.
(Christian Friedrich Hebbel)

Alla domanda: “Che cos’è l’arte?” Si potrebbe rispondere celiando (ma non sarebbe una celia sciocca): che l’arte è ciò che tutti sanno che cosa (Benedetto Croce)

La realtà produce una parte dell’arte, il sentimento la completa.
(Jean-Baptiste Camille Corot)

Non è vero che gli artisti debbano esprimere il contenuto di un’epoca, essi devono dare a un’epoca un contenuto.
(Konrad Fiedler)

Nessuno può spiegare come le note di una melodia di Mozart, o le pieghe di un panneggio di Tiziano, producano i loro effetti essenziali. Se non lo senti, nessuno può fartelo sentire col ragionamento.
(John Ruskin)

Lo scienziato non porta niente di nuovo. Inventa soltanto ciò che serve. L’artista scopre ciò che non serve. Porta il nuovo.
(Karl Kraus)

La sincerità è un grande ostacolo che l’artista deve vincere.
(Fernando Pessoa)

Arte consiste di limitazione. La parte più bella di ogni quadro è la cornice.
(GK Chesterton)

Nel mondo dell’arte c’è una guerra sola: quella tra Circe e Orfeo. Tra Circe che trasforma gli uomini in bestie e Orfeo che trasforma i bruti in uomini.
(Giovanni Papini)

L’arte è in incidente dal quale non si esce mai illesi.
(Leo Longanesi)

La sola arte di cui mi accontento è quella che, elevandosi dall’inquietudine, tende alla serenità.
(André Gide)

Il progresso di un artista è un continuo sacrificio di sé, una continua estinzione della personalità.
(Thomas Stearns Eliot)

Nessuno ha mai scritto, dipinto, scolpito, modellato, costruito o inventato se non per uscire letteralmente dall’inferno.
(Antonin Artaud)

L’arte non è ciò che vedi, ma ciò che fai vedere agli altri.
(Edgar Degas)

Chi ha arte o scienza
quegli ha anche religione;
Chi non ha arte o scienza
quegli abbia religione.
(Goethe)

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.
(George Bernard Shaw)

Mandare luce dentro le tenebre dei cuori degli uomini. Tale è il dovere dell’artista
(Schumann)

I glutei sono la parte più esteticamente gradevole del corpo perché non sono funzionali. Anche se nascondono un orifizio essenziale, queste inutili rotondità sono, tra le forme umane, le più vicine a quella che è l’astrazione dell’arte.
(Kenneth Tynan)

La grande arte riprende da dove finisce la natura.
(Marc Chagall)

Lascia che ti chieda una cosa: che cosa non è arte?
(Anonimo)

La scienza è ciò che comprendiamo abbastanza bene da spiegarla a un computer. L’arte è tutto quanto il resto.
(Donald Knuth)

La natura è una casa stregata, l’arte è una casa che cerca di essere stregata.
(Emily Dickinson).

L’arte non è uno specchio per riflettere il mondo, ma un martello per forgiarlo.
(Vladimir Majakovskij)

Ciò che l’arte tenta di distruggere è la monotonia del tipo, la schiavitù della moda, la tirannia delle abitudini, e l’abbassamento dell’uomo al livello della macchina.
(Oscar Wilde)

Per lavorare, per creare serenamente un’opera, una grande opera, bisognerebbe non vedere nessuno, non interessarsi a nessuno, non amare nessuno, ma allora per quale ragione fare un’opera?
(Georges Duhamel)

Tutti gli artisti son disposti a soffrire per la propria arte. Ma perché così pochi artisti sono disposti a imparare a disegnare?
(Banski)

L’arte non insegna niente, tranne il senso della vita.
(Henry Miller)

L’arte è una menzogna che ci consente di riconoscere la verità.
(Pablo Picasso)

Il compito attuale dell’arte è di introdurre caos nell’ordine.
(Theodor Adorno)

Per me l’arte viene prima della democrazia.
(Alfred Hitchcock)

Le opere d’arte sono sempre il frutto dell’essere stati in pericolo, dell’essersi spinti, in un’esperienza, fino al limite estremo oltre il quale nessuno può andare.
(Rainer Maria Rilke)

Se è arte non può essere popolare e se è popolare non può essere arte.
(Arnold Schönberg)

L’arte è magia liberata dalla menzogna di essere verità.
(Theodor Adorno)

Arte è ciò di cui non si capisce il significato, ma si capisce avere un significato.
(Anonimo)

L’arte ci consente di trovare noi stessi e di perdere noi stessi nello stesso momento.
(Thomas Merton)

Arte significa: dentro a ogni cosa mostrare Dio.
(Hermann Hesse)

Se c’è sulla terra e fra tutti i nulla qualcosa da adorare, se esiste qualcosa di santo, di puro, di sublime, qualcosa che assecondi questo smisurato desiderio dell’infinito e del vago che chiamano anima, questa è l’arte.
(Gustave Flaubert)

Perché un’opera sia veramente bella, bisogna che l’autore vi dimentichi sé stesso, e mi permetta di dimenticarlo.
(François de Salignac de La Mothe-Fénelon)

Un artista è uno che produce cose di cui la gente non ha alcun bisogno ma che lui – per qualche ragione – pensa sia una buona idea darle.
(Andy Warhol)

L’opera d’arte è un messaggio fondamentalmente ambiguo, una pluralità di significati che convivono in un solo significante.
(Umberto Eco)

Le opere, come nei pozzi artesiani, salgono tanto più alte quanto più a fondo la sofferenza ha scavato il cuore.
(Marcel Proust)

L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.
(Pablo Picasso)

L’arte è un appello al quale troppi rispondono senza essere stati chiamati.
(Leo Longanesi)

Rivelare l’arte e nascondere l’artista è il fine dell’arte.
(Oscar Wilde)

L’arte non ha bisogno di alcuna risposta. E’ una domanda che vuole restare tale.
(Claudio Parmiggiani)

Perché è bella l’arte? Perché è inutile. Perché è brutta la vita? Perché è tutta fini e propositi e intenzioni.
(Fernando Pessoa)

Ama l’arte; fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.
(Gustave Flaubert)

Chi dice che non si può vedere un pensiero semplicemente non conosce l’arte.
(Wynetka Ann Reynolds)

L’arte, questo prolungamento della foresta delle vostre vene, che si effonde, fuori dal corpo, nell’infinito dello spazio e del tempo.
(Filippo Tommaso Marinetti)

I capolavori non sono fatti per sbalordire. Sono fatti per persuadere, per convincere, per entrare in noi attraverso i pori.
(Jean Auguste Dominique Ingres)

Gli artisti possono colorare il cielo di rosso perché sanno che è blu. Quelli di noi che non sono artisti devono colorare le cose come realmente sono o la gente penserebbe che sono stupidi.
(Jules Feiffer)

L’arte è una attività umana che possiede come propri scopi la trasmissione alle altre persone dei più alti e migliori sentimenti al quale l’uomo sia mai arrivato.
(Lev Tolstoj)

Uno dei compiti principali dell’arte è sempre stato quello di creare esigenze che al momento non è in grado di soddisfare.
(Walter Benjamin)

La più bella esperienza che possiamo avere è il mistero – l’emozione fondamentale che sta alla base della vera arte e della vera scienza.
(Albert Einstein)

Scopo di ogni artista è arrestare il movimento, che è vita, con mezzi artificiali, e tenerlo fermo ma in tal modo che cent’anni dopo, quando un estraneo lo guarderà, torni a muoversi, perché è vita.
(William Faulkner)

Tutta la grande arte nasce da un senso di indignazione.
(Glenn Close)

La natura imita ciò che l’opera d’arte le propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot?
(Oscar Wilde)

Che cosa è l’arte? Ciò per cui le forme diventano stile.
(André Malraux)

La Natura è rivelazione di Dio; l’Arte, rivelazione dell’uomo.
(Henry Wadsworth Longfellow)

Arte è ciò che il mondo diventerà, non ciò che il mondo è.
(Karl Kraus)

Le arti sono le foreste pluviali della società. Producono l’ossigeno della libertà, e sono il primo sistema d’allarme a scattare quando la libertà è in pericolo.
(June Wayne)

L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è.
(Paul Klee)

I tre criteri di un’opera d’arte: armonia, intensità, continuità.
(Arthur Schnitzler)

Si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l’arte per guardarsi l’anima.
(George Bernard Shaw)

Non vi è alcun metodo più sicuro per evadere dal mondo che seguendo l’arte, e nessun metodo più sicuro di unirsi al mondo che tramite l’arte.
(Goethe)

Un’opera d’arte per divenire immortale deve sempre superare i limiti dell’umano senza preoccuparsi né del buon senso né della logica.
(Giorgio De Chirico)

L’arte sconvolge, la scienza rassicura.
(Georges Braque)

La cultura è la regola; l’arte è l’eccezione.
(Jean-Luc Godard)

Farci sentire piccoli nel modo giusto è una funzione dell’arte; gli uomini possono farci sentire piccoli solo nel modo sbagliato.
(Edward Morgan Forster)

Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale.
(Marcel Proust)

L’arte e la religione sono, dopo tutto, due strade attraverso le quali gli uomini fuggono dalla realtà concreta nel desiderio dell’estasi.
(Clive Bell)

Benché si legga con la mente, la sede del piacere artistico è tra le scapole; è quel piccolo brivido che sentiamo là dietro.
(Vladimir Nabokov)

L’arte è l’incontro inatteso di forme e spazi e colori che prima si ignoravano.
(Fabrizio Caramagna)

Le più belle opere degli uomini sono ostinatamente dolorose.
(André Gide)

Dio in realtà non è che un altro artista. Egli ha inventato la giraffa, l’elefante e il gatto. Non ha un vero stile: non fa altro che provare cose diverse.
(Pablo Picasso)

L’arte astratta non esiste. Devi sempre cominciare con qualcosa. Dopo puoi rimuovere tutte le tracce della realtà
(Pablo Picasso)

Ogni grande opera d’arte ha due facce, una per il proprio tempo e una per il futuro, per l’eternità.
(Daniel Barenboim)

Bisogna rifare dieci volte, cento volte lo stesso soggetto. Niente, in arte, deve sembrare dovuto al caso.
(Edgar Degas)