Frasi e aforismi sull’uguaglianza

Le persone sono tutte uguali e tutte diverse, almeno in teoria: uguali perché apparteniamo tutti alla razza umana e perché dovremmo avere tutti gli stessi diritti a prescindere dalla nazionalità, dalla razza, dal colore della pelle, dal sesso, dalla religione e così via; diverse perché ognuno di noi ha gusti, preferenze e caratteristiche che ci rendono assolutamente unici.
La diversità e le caratteristiche di ognuno di noi, quindi, dovrebbe essere considerata una ricchezza, non un motivo di discriminazione e di emarginazione.
“Non credo nell’uniformità assoluta. – afferma infatti il famoso politico e filosofo indiano Mohandas Gandhi – Che tutti gli uomini nascano uguali e liberi non è una legge di natura in senso letterale. Per esempio, non tutti gli uomini nascono con uguale intelletto, ma la dottrina dell’uguaglianza si dimostrerà valida se coloro che hanno un intelletto superiore non lo useranno per farsi largo a spese degli altri, ma per servire i meno favoriti”.
Per capire meglio questo importante concetto vediamo le frasi e gli aforismi sull’uguaglianza più significativi mai scritti!

Ognuno è impastato nella stessa pasta ma non cotto nello stesso forno.
(Proverbio Yiddish)

Vivere nel mondo di oggi ed essere contro l’uguaglianza per motivi di razza o colore è come vivere in Alaska ed essere contro la neve.
(William Faulkner)

Qualunque certezza tu abbia stai sicuro di questo: che tu sei terribilmente come gli altri.
(James Russell Lowell)

L’uguaglianza consiste nel ritenerci uguali a coloro che stanno al di sopra di noi, e superiori a coloro che stanno al di sotto.
(Adrien Decourcelle)

Se io sono unico e irripetibile, l’egualitarismo è una menzogna. lo sono disuguale.
(Fausto Gianfranceschi)

C’è qualcosa di sbagliato quando l’onestà porta uno straccio, e la furfanteria una veste; quando il debole mangia una crosta, mentre l’infame pasteggia nei banchetti.
(Robert Ingersoll)

Dicesi problema sociale la necessità di trovare un equilibrio tra l’evidente uguaglianza degli uomini e la loro evidente disuguaglianza.
(Nicolás Gómez Dávila)

In un mondo di gente tutta uguale, il talento è la nostra diversità.
(Raffaele Morelli)

Quel che infastidisce nell’altrimenti sacrosanto concetto di uguaglianza, è che pretenderebbe di negare ogni differenza tra me e voi.
(Alessandro Morandotti)

Uguaglianza immaginaria: il primo mezzo per mostrare la disuguaglianza.
(Johann Wolfgang Goethe)

Il desiderio di uguaglianza è voglia di piallare le differenze. Dopo ci si può finalmente riposare, l’invidia si acquieta.
(Fausto Gianfranceschi)

L’eguaglianza è l’utopia dell’invidia. Sì, ma la sopprimeremo sopprimendo le ragioni del nostro orgoglio.
(Jules Renard)

In quanto uomini, siamo tutti uguali di fronte alla morte.
(Publilio Siro)

Se ci pungete non diamo sangue, noi? Se ci fate il solletico, non ridiamo? Se ci avvelenate non moriamo?
(William Shakespeare)

Sembrano strani, gli uomini, sembrano tutti diversi e anche pazzi, e orgogliosi nelle distanze, ma non credere che sia così. Gli esseri umani sono tutti uguali, sono la stessa vita raccontata in mille modi diversi.
(Marco Lodoli)

Nella vita si prova a insegnare che siamo tutti uguali, ma solo la morte riesce ad insegnarlo davvero.
(Anonimo)

Allo stato naturale… tutti gli uomini nascono uguali, ma non possono continuare in questa uguaglianza. La società gliela fa perdere, ed essi la recuperano solo con la protezione della legge.
(Montesquieu)

Non credo nell’uniformità assoluta. Che tutti gli uomini nascano uguali e liberi non è una legge di natura in senso letterale. Per esempio, non tutti gli uomini nascono con uguale intelletto, ma la dottrina dell’uguaglianza si dimostrerà valida se coloro che hanno un intelletto superiore non lo useranno per farsi largo a spese degli altri, ma per servire i meno favoriti.
(Mohandas Gandhi)

Tutte le donne sono diverse, ma tutte le mogli sono uguali.
(Roberto Gervaso)

Lo stesso Dio che ha creato Rembrandt ha creato te, ed agli occhi di Dio tu sei prezioso come Rembrandt o come chiunque altro.
(Zig Ziglar)

Finché c’è una classe inferiore io vi appartengo, finché c’è una classe criminale io vi appartengo, finché c’è un’anima in prigione io non sono libero.
(Eugene V. Debs)

La maggior parte della gente non capisce come altri possano soffiarsi il naso in un modo diverso dal loro.
(Ivan Sergeevič Turgenev)

Non basta invocare e proclamare l’uguaglianza universale e la fratellanza che “deve” unire, senza distinzione, razze, culture, religioni. Così facendo si trascura una diversità di fatto che autorizza, concretamente, a fare come se tale diversità non esistesse.
(Mauro Maria Morfino)

La bellezza non risiede nell’uguaglianza, bensì nella diversità.
(Paulo Coelho)

Dichiarandoci anarchici proclamiamo innanzitutto di rinunciare a trattare gli altri come non vorremmo essere trattati noi da loro; di non tollerare più la disuguaglianza che permetterebbe ad alcuni di esercitare la propria forza, astuzia o abilità in maniera odiosa. Ma l’uguaglianza in tutto – sinonimo di equità – è la stessa anarchia.
(Pëtr Kropotkin)

La disuguaglianza è troppo naturale perché l’equità non sia eroica.
(Roger Judrin)

Dovunque sono uomini sono diversità di opinioni, disparità di sentimenti, differenza di umori, tali tante variazioni temporanee o permanenti, che il consenso perfetto è impossibile, non dico fra tutti o fra molti, ma fra pochi, fra due. Frenare le opposte tendenze, ridurre tutti a un animo è vana speranza.
(Federico De Roberto)

Equa distribuzione della ricchezza non significa che tutti noi dovremmo essere milionari – significa solo che nessuno dovrebbe morire di fame.
(Dodinsky)

L’uguaglianza può regnare solo livellando le libertà, per loro natura diseguali.
(Charles Maurras)

Dovunque sono uomini, sono diversità di opinioni, disparità di sentimenti, differenza di umori, tali e tante variazioni temporanee o permanenti, che il consenso perfetto è impossibile, non dico fra tutti o fra molti, ma fra pochi, fra due.
(Federico De Roberto)

Le lacrime di un uomo rosso, giallo, nero, marrone o bianco sono tutti uguali.
(Martin H. Fischer)

L’orgoglio è uguale in tutti gli uomini, e non c’è differenza se non nei mezzi e nel modo di mostrarlo.
(François de La Rochefoucauld)

Le masse saranno sempre al di sotto della media. La maggiore età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà, e la democrazia arriverà all’assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci. Sarà la punizione del suo principio astratto dell’uguaglianza, che dispensa l’ignorante di istruirsi, l’imbecille di giudicarsi, il bambino di essere uomo e il delinquente di correggersi. Il diritto pubblico fondato sull’uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell’appiattimento.
(Henri Frederic Amiel)

Tutti, oggi, fanno e dicono in sostanza le medesime cose; la loro discordia è apparente. Sotto la diversità della maschera c’è l’uniformità del cadavere.
(Domenico Giuliotti e Giovanni Papini)

Tutti gli uomini nascono uguali, però è l’ultima volta in cui lo sono.
(Abraham Lincoln)

Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono più uguali degli altri)

Anche tra egualitari fanatici il più breve incontro ristabilisce le disuguaglianze umane.
(Nicolás Gómez Dávila)

La pioggia non cade su un tetto solo.
(Proverbio africano)

L’uguaglianza ha un organo: l’istruzione gratuita e obbligatoria.
(Victor Hugo)

La volgarità tipica di questo secolo è la pretesa di essere diversi dai nostri simili, essendo identici.
(Nicolás Gómez Dávila)

Perché noi non siamo né al di sopra né al di sotto del resto: tutto quello che è sotto il cielo è sottoposto a una stessa legge e a una stessa sorte… Le anime degli imperatori e dei ciabattini sono fatte su uno stesso stampo.
(Michel De Montaigne)

Nella natura c’è solo un’uguaglianza di diritto, mai di fatto.
(Guillaume-Thomas François Raynal)

Se ciò che io dico risuona in te, è semplicemente perché siamo entrambi rami di uno stesso albero.
(William Butler Yeats)

Ci sono due dichiarazioni sugli esseri umani che sono vere: che tutti gli esseri umani sono uguali, e che tutti sono differenti. Su questi due fatti è fondata l’intera saggezza umana.
(Mark Van Doren)

Viaggiando ci s’accorge che le differenze si perdono: ogni città va somigliando a tutte le città, i luoghi si scambiano forma ordine distanze, un pulviscolo informe invade i continenti.
(Italo Calvino)

Davanti a Dio siamo tutti ugualmente saggi… e ugualmente sciocchi.
(Albert Einstein)

L’uguaglianza che noi esigiamo è il grado più sopportabile della disuguaglianza.
(Georg Lichtenberg)

Il diritto pubblico fondato sull’uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza, cioè la fatica individuale: culminerà nel trionfo della feccia e dell’appiattimento. L’adorazione delle apparenze si paga.
(Henri-Frédéric Amiel)

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
(Costituzione della Repubblica Italiana, Art. 3, 1947)

Egalitarista. Il genere di riformatore politico e sociale interessato a fare scendere gli altri al proprio livello più che a sollevarsi a quello degli altri.
(Ambrose Bierce)

Tutta la società diventerà un unico ufficio e un’unica fabbrica con uguale lavoro e paga uguale.
(Vladimir Lenin)

Nelle società in cui tutti si credono uguali, l’inevitabile superiorità di pochi fa sì che gli altri si sentano dei falliti. Al contrario, nelle società in cui la disuguaglianza è norma, ciascuno si colloca nella propria differenza senza sentire il bisogno, né concepire la possibilità, di paragonarsi. Solo una struttura gerarchica è compassionevole con i mediocri e gli umili.
(Nicolás Gómez Dávila)

È grave sforzarsi di essere uguali: provoca nevrosi, psicosi, paranoie. È grave voler essere uguali, perché questo significa forzare la natura, significa andare contro le leggi di Dio che, in tutti i boschi e le foreste del mondo, non ha creato una sola foglia identica a un’altra.
(Paulo Coelho)

Se ti sedessi su una nuvola non vedresti la linea di confine tra una nazione e l’altra, né la linea di divisione tra una fattoria e l’altra. Peccato che tu non possa sedere su una nuvola.
(Khalil Gibran)

Finito il gioco, il re e il pedone tornano nella stessa scatola.
(Proverbio Italiano)

Miei fratelli? Sì. – Miei uguali? No. Perché ci sono fratelli maggiori e minori.
(Nicolás Gómez Dávila)

Il vizio inerente al capitalismo è la divisione ineguale dei beni; la virtù inerente al socialismo è l’uguale condivisione della miseria.
(Sir Winston Churchill)

Nessuno può darti la libertà. Nessuno può darti l’uguaglianza o la giustizia o qualsiasi altra cosa. Se sei un uomo, te le prendi.
(Malcolm X)

Se le malattie e le sofferenze non fanno distinzione tra ricchi e poveri, perché dovremmo farlo noi?
(Sathya Sai Baba)

Gli uomini sono eguali; non la nascita, ma la virtù fa la differenza.
(Voltaire)

L’acqua del fiume che io tocco chissà dove nel mondo qualcun altro l’ha già toccata. La stella che io vedo chissà dove nel mondo qualcuno la sta guardando. Il vento che io sento chissà dove nel mondo qualcuno lo sentirà. Quante sono le persone a cui sono unito senza saperlo?
(Fabrizio Caramagna)

L’uguaglianza fra genitori e figli ha distrutto la famiglia, l’uguaglianza fra insegnanti e studenti ha distrutto la scuola, l’uguaglianza fra l’arte e l’intrattenimento ha distrutto la cultura, l’uguaglianza fra cittadini e non cittadini ha distrutto le nazioni.
(Renaud Camus)

Viviamo in un sistema che sposa il merito, l’uguaglianza e la parità di condizioni, ma esalta quelli con la ricchezza, il potere, e la celebrità, in qualunque modo l’abbiano guadagnato.
(Derrick A. Bell)

Bisogna somigliarsi un po’ per comprendersi, ma bisogna essere un po’ differenti per amarsi.
(Paul Géraldy)

Il momento in cui saremo riusciti a ripristinare una vera ed effettiva uguaglianza tra uomo e uomo, saremo in grado di istituire l’uguaglianza tra l’uomo e tutto il creato. Quando quel giorno verrà, avremo pace sulla terra e amicizia tra gli uomini.
(Mahatma Gandhi)

Un uomo non può tenere un altro uomo nel fango senza restare nel fango con lui.
(Booker T. Washington)

Invece di cercare di spiegare il fatto della disuguaglianza, gli antropologi dovrebbero spiegare la nozione di uguaglianza.
(Nicolás Gómez Dávila)

L’uguaglianza non esiste fin a quando ciascuno non produce secondo le sue forze e consuma secondo i suoi bisogno.
(Louis Blanc)

L’asserzione che gli uomini sono oggettivamente eguali è talmente assurda, che non merita neppure di essere confutata. Invece, il concetto soggettivo dell’eguaglianza degli uomini è un fatto di gran momento, e che opera potentemente per determinare i mutamenti che subisce la società.
(Vilfredo Pareto)

In America tutti sono dell’opinione che non ci sono classi sociali superiori, dal momento che tutti gli uomini sono uguali, ma nessuno accetta che non ci siano classi sociali inferiori, perché, dai tempi di Jefferson in poi, la dottrina che tutti gli uomini sono uguali vale solo verso l’alto, non verso il basso.
(Bertrand Russell)

Fino a quando la giustizia non sarà cieca al colore, fino a quando l’istruzione non sarà inconsapevole della razza, fino a quando l’opportunità non sarà indifferente al colore della pelle degli uomini, l’emancipazione sarà un proclama ma non un fatto.
(Lyndon B. Johnson)

Ho letto tempo fa che nel futuro gli uomini saranno tutti uguali. Ugualmente ricchi o ugualmente poveri?
(Zarko Petan)

La prima uguaglianza è l’equità.
(Victor Hugo)

Gli uomini sono tutti uguali; solo gli stipendi sono diversi.
(Brana Crnčević)

È solo la lingua che rende uguali. Uguale è chi sa esprimersi e intendere l’espressione altrui.
(Lorenzo Milani)

Nasciamo uguali, ma l’uguaglianza cessa dopo cinque minuti: dipende dalla ruvidezza del panno in cui siamo avvolti, dal colore della stanza in cui ci mettono, dalla qualità del latte che beviamo e dalla gentilezza della donna che ci prende in braccio.
(Joseph Mankiewicz)

Eguaglianza significa dare a ognuno le stesse opportunità, o di raggiungere una certa condizione, o di ottenere alcuni risultati. John Randolph, uno dei primi politici americani, diceva che libertà ed eguaglianza erano incompatibili. Io sono dell’opinione che ogni principio, portato alle sue conseguenze estreme, può diventare inconciliabile con altri fondamenti. Si tratta di armonizzarli in una visione totale.
(Arthur Schlesinger Jr.)

Una società emancipata non sarebbe lo Stato unitario, ma la realizzazione dell’universale nella conciliazione delle differenze. Una politica a cui questo stesse veramente a cuore, non dovrebbe propagare – neppure come idea – l’astratta eguaglianza degli uomini. Dovrebbe, invece, richiamare l’attenzione sulla cattiva eguaglianza di oggi e concepire uno stato di cose migliore come quello in cui si potrà essere diversi senza paura.
(Theodor Adorno)

Dell’Uguaglianza — come se potesse danneggiar me concedere agli altri le stesse opportunità, i diritti che godo io — come se non fosse indispensabile ai miei diritti che anche altri li godano al pari di me.
(Walt Whitman)

Se il grande fosse valente e il piccolo paziente e il rosso leale, ognun sarebbe eguale.
(Proverbio toscano)

Non temo affatto di affermare che il livello medio degli animi e delle menti non cesserà di degradarsi fino a quando uguaglianza e dispotismo procederanno insieme.
(Alexis de Tocqueville)

L’uguaglianza sarà forse un diritto, ma nessuna potenza umana saprà convertirlo in un fatto.
(Honoré de Balzac)

L’uguaglianza e misurar tutti con la stessa spanna, è la legge della morte.
(Proverbio italiano)

È bello quando due esseri uguali si uniscono, ma che un uomo grande innalzi a sé chi è inferiore a lui, è divino.
(Friedrich Hölderlin)

Fino a quando il colore della pelle non sarà considerato come il colore degli occhi noi continueremo a lottare.
(Che Guevara)

È falso che l’uguaglianza sia una legge di natura: la natura non ha fatto nulla di eguale. La sua legge sovrana è la subordinazione e la dipendenza.
(Marchese di Vauvenargues)

Guardo i volti delle persone che lottano per la propria vita, e non vedo estranei.
(Robert Brault)

(George Orwell)

Gli uomini sono nati uguali ma sono anche nati diversi.
(Erich Fromm)

Io amo la notte perché di notte tutti i colori sono uguali e io sono uguale agli altri..
(Bob Marley)

È un fatto che la principessa, figlia del re, giocando con una delle sue governanti le osservò una mano, e dopo aver contato le dita: “Come! – disse la bimba, sorpresa – anche voi avete cinque dita come me?”. E le ricontò per sincerarsene.
(Nicolas de Chamfort)

È bello quando due esseri uguali si uniscono, ma che un uomo grande innalzi innanzi a sé chi è inferiore a lui, è divino.
(Friedrich Hölderlin)

Amici miei, vi dico che, anche se dovrete affrontare le asperità di oggi e di domani, io ho sempre davanti a me un sogno. E’ un sogno profondamente radicato nel sogno americano, che un giorno questa nazione si leverà in piedi e vivrà fino in fondo il senso delle sue convinzioni: noi riteniamo ovvia questa verità, che tutti gli uomini sono creati uguali.
(Martin Luther King)

Le donne sono tutte uguali. È l’uomo che le vede con occhi diversi.
(Roberto Gervaso)

Non c’è nulla che sia più ingiusto quanto far parti uguali fra disuguali.
(Lorenzo Milani)

Siamo tutti uguali davanti alla legge, ma non davanti agli incaricati di applicarla.
(Stanislaw Lec)

Noi sosteniamo che queste verità sono per sé evidenti: che tutti gli uomini sono creati uguali; che sono dotati dal Creatore di certi diritti inalienabili, tra i quali sono la vita, la libertà e la ricerca della felicità; che per garantire questi diritti sono istituiti tra gli uomini i governi, che derivano i loro giusti poteri dal consenso dei governati; che, ogni qualvolta una forma di governo diventi perniciosa a questi fini, è nel diritto del popolo di modificarla o di abolirla.
(Thomas Jefferson, Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America)

Si vede ora quanto sia grande soggettivamente il valore del concetto dell’uguaglianza degli uomini, che oggettivamente è nullo. Esso è il mezzo comunemente usato, specialmente ai tempi nostri, per torre di mezzo un’aristocrazia e sostituirla con un’altra.
(Vilfredo Pareto)

Anche nell’interiore quasi tutti gli uomini oggidì sono uguali nei principi nei costumi nel vizio nell’egoismo ec. Sono tutti uguali e tutti separati, laddove anticamente erano tutti diversi e tutti uniti, e perciò atti alle grandi cose, alle quali noi siamo inettissimi trovandoci tutti soli. E la stessa nostra uguaglianza è (cosa curiosa) il motivo della nostra disunione, che nasce dall’universale egoismo.
(Giacomo Leopardi)

Il crescere della democrazia ha dato vigore al sentimento di eguaglianza tra i due sessi; ma è probabile che maggiormente ha operato il non esservi più state guerre; poiché è in queste che principalmente appare la superiorità dell’uomo.
(Vilfredo Pareto)

L’uguaglianza deve essere quella delle opportunità, non può essere ovviamente quella dei risultati.
(John Dryden)

loading...
Top