Il concetto di infinito da sempre attira l’uomo e lo porta a compiere grandi riflessioni. La parola “infinito”, infatti, ha molte connotazioni e può avere vari significati. Con il periodo del Romanticismo tocca la punta più alta e diventa il concetto cardine della letteratura, della musica e della vita di molti uomini. Ma cosa significa, di preciso, questa parola? Con infinito intendiamo tutto ciò che è illimitato, che non ha né principio né fine. Inizialmente quest’idea era vista con disprezzo dagli antichi greci, in quando solo ciò che era ben delimitabile poteva essere perfetto. Con il passare del tempo, però, l’infinito è diventato simbolo di perfezione, qualcosa a cui ambire e tendere. La cosa bella di questo concetto (al di là di tutte le teorie filosofiche, matematiche e scientifiche che vi sono state fatte sopra) è che a volte, se si presta attenzione in particolari momenti della vita, tutti possiamo cogliere la sensazione di infinito. Magari per un attimo, o per pochi secondi, ma tutti possiamo viverla ed assaporarla. Spesso si trova in cose semplici, come il volo degli uccelli, un panorama suggestivo o una giornata di sole. Sicuramente, prima o poi vi capiterà, e quando succederà ve ne accorgerete.

L’orizzonte è la linea che sottolinea l’infinito.
(Victor Hugo)

Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell’infinito.
(Confucio)

L’infinito in sé è piatto e poco interessante. Guardare un cielo notturno è guardare l’infinito: le distanze incommensurabili sono incomprensibili e quindi senza senso.
(Douglas Adams)

Miliardi di stelle scintillano lassù per sigillare ogni notte il nostro desiderio di infinito.
(Fausto Gianfranceschi)

Noi attraversiamo l’infinito a ogni passo e in ogni momento ci troviamo faccia a faccia con l’eterno.
(Rabindranath Tagore)

Non sono uno che capisce molto di economia. Per esempio, mi aspettavo che la notizia che l’universo è infinito facesse crollare il prezzo delle case.
(Teo Guadalupi)

Io penso che l’universo sia infinito nel tempo e nello spazio, cioè sia sempre esistito e sempre esisterà
(Margherita Hack)

Per lui tutte le finestre sembrano dare sull’infinito. – Ma quando guarda da fuori, attraverso una qualsiasi finestra, ha l’impressione come di calarsi dall’infinito nella vita.
(Elias Canetti)

Se Dio esiste, è infinito. Se è infinito, tutto ciò che esiste è Dio. Tuttavia, sotto pena di schizofrenia, ciò che nega Dio non può far parte di Dio. Io nego Dio, dunque non è infinito. Dunque non esiste.
(Thomas Cleaners jr)

La sola cosa che sappiamo per certa riguardo all’infinito è che le discussioni su di esso sono infinite.
(Joop Goudsblom)

Cos’è l’infinito? Pensa all’umana stupidità.
(Bertrand Russell)

Dove ci trascina questa possente avidità, che è più forte di qualsiasi altro desiderio? Perché proprio in quella direzione, laggiù dove sono fino ad oggi tramontati tutti i soli dell’umanità? Un giorno si dirà forse di noi che, volgendo la prua a occidente, anche noi speravamo di raggiungere un’India, ma che fu il nostro destino naufragare nell’infinito? Oppure, fratelli miei? Oppure?
(Friedrich Nietzsche)

L’infinito sai cos’è? L’irraggiungibile fine o meta che rincorrerai per tutta la tua vita.
(Raf)

L’essenza dell’infinito è privazione: non la perfezione, ma l’assenza di limite.
(Aristotele)

Due parallele si incontrano all’infinito, quando ormai non gliene frega più niente.
(Marcello Marchesi)

La nozione dell’infinito ha il doppio carattere d’imporsi e di essere incomprensibile.
(Louis Pasteur)

Vorrei il bello nell’infinito, invece vi trovo soltanto il dubbio.
(Gustave Flaubert)

Un infinito di cose è infinitamente più di tutte le cose e non è tutte le cose.
(Antonio Porchia)

Il sentimento dell’infinito è il vero attributo dell’anima.
(Madame de Staël)

Due linee parallele s’incontrano all’infinito – e ci credono.
(Stanislaw Jerzy Lec)

L’amore vero essendo infinito ed eterno, non può essere consumato che nell’eternità.
(Aldous Huxley)

L’uomo è un segmento immortale d’infinito.
(Roberto Gervaso)

Ci sono due infiniti che mi confondono: quello nella mia anima mi divora; quello che mi circonda mi schiaccia.
(Gustave Flaubert)

Siamo un effimero sospiro perso nelle cavità dell’infinito.
(Giuseppe Caputo)

Il silenzio eterno di quegli spazi infiniti mi atterrisce.
(Blaise Pascal)

L’uomo è un essere finito, mentre l’universo è infinito. Che ci voleva a fare il contrario!?
(Pino Caruso)

L’infinito contiene gli infiniti infiniti. L’infinito è un singolare plurale di se stesso.
(Fausto Melotti)

E quando miro in cielo arder le stelle,
dico fra me pensando:
a che tante facelle?
Che fa l’aria infinita, e quel profondo
infinito seren? Che vuol dir questa
solitudine immensa? Ed io che sono?
(Giacomo Leopardi)

Nessuno è perso, nell’infinito. Terribile è perdersi, sentire di essere persi, nel finito.
(Guido Ceronetti)

Che importa l’eternità della dannazione a chi ha trovato, per un attimo, l’infinito della gioia?
(Charles Baudelaire)

La natura è Dio diviso all’infinito.
(Friedrich Schiller)

È per noia che l’Infinito ha inventato limiti e spazi. Per noia li distruggerà.
(Gesualdo Bufalino)

L’infinito è la semplice consapevolezza dell’insieme di tutto ciò che non si conosce.
(Sergio Di Vozzo)

L’infinito dei fisici è un cattivo infinito perché non è che il senza fine del finito, e il dolore degli occhi è di non vedere in tutto che del finito.
(Guido Ceronetti)

Dio non è l’eternità, non è l’infinito, è eterno e infinito. Non è la durata né lo spazio; ma esiste dall’inizio dei tempi e la sua presenza è dappertutto.
(Isaac Newton)

Il finito mi sgomenta non meno dell’infinito.
(Roberto Gervaso)

Tutto è infinito meno la vita.
(Carlos Saavedra Weise)

Se tu all’infinito sottrai qualcosa – ci insegna la matematica – non lo hai diminuito di una virgola: sempre infinito resta.
(Steven Beckwith)

Prof. Arronaux: Voi amate il mare, capitano? Nemo: Sì! L’amo! Il mare è tutto. Copre i sette decimi del globo terrestre. Il suo respiro è puro e sano. È l’immenso deserto dove l’uomo non è mai solo, poiché sente fremere la vita accanto a sé. Il mare non è altro che il veicolo di un’esistenza soprannaturale e prodigiosa; non è che movimento e amore, è l’infinito vivente, come ha detto uno dei vostri poeti. Infatti, professore, la natura vi si manifesta con i suoi tre regni: minerale, vegetale, animale.
(Jules Verne)

Io penso a un universo infinito. Stimo infatti cosa indegna della infinita potenza divina che, potendo creare oltre a questo mondo un altro e altri ancora, infiniti, ne avesse prodotto uno solo, finito. Così io ho parlato di infiniti mondi particolari simili alla Terra.
(Giordano Bruno)

Tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.
(Giacomo Leopardi)

Se fossimo soli l’immensità sarebbe davvero uno spreco.
(Isaac Asimov)

Per la nostra mente l’infinito è duro quanto può esserlo un muro di marmo per la nostra fronte.
(Pierre Reverdy)

L’infinito. Sempre in vantaggio di un pensiero, avanti di una galassia rispetto alla nostra immaginazione
(Fabrizio Caramagna)

Solo il nulla è infinito.
(Pino Caruso)

L’infinito non è altro che un buco attorno al quale non c’è nulla.
(Adrien Vély)

La parola “infinito” ha 8 lettere, e l’otto messo in orizzontale forma l’infinito. Se scrivi la parola otto ci puoi passare sopra infinite volte
(Anonimo)

Il pensiero è l’oceano le cui rive sono l’infinito
(Sorin Cerin)

Può essere artista solo colui che ha una intuizione dell’infinito.
(Karl Wilhelm Friedrich von Schlegel)

L’uomo cerca l’infinito nel finito, così come Dio, altrettanto invano, fa il contrario.
(Bo Fowler)

La nozione dell’infinito ha il doppio carattere d’imporsi e di essere incomprensibile.
(Louis Pasteur)

Tutte le verità sono già state dette, ma lo spazio per altre menzogne è infinito.
(Alessandro Morandotti)

Il numero di ipotesi razionali che possono spiegare un qualsiasi fenomeno è infinito.
(Arthur Bloch)

La matematica è la scienza dell’infinito.
(Hermann Weyl)

Il forse è la parola più bella del vocabolario italiano, perché apre delle possibilità, non certezze. Perché non cerca la fine, ma va verso l’infinito.                                                                                                                                 (Anonimo)

Tutto ciò che non inizia è infinito.
(Alejandro Lanus)

Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi suonare. Loro sono 88, tu sei infinito. Questo a me piace. Questo lo si può vivere. Ma se tu, ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai, e questa è la verita’, che non finiscono mai e quella tastiera è infinita… Se quella tastiera è infinita, allora su quella tastiera non c’è musica che puoi suonare. Tu sei seduto sul seggiolino sbagliato: quello è il pianoforte su cui suona Dio
(Alessandro Baricco)

Ci possono essere molti infiniti, alcuni più grandi di altri. Se questo vi sembra ridicolo, lo è. Ma c’è un modo assai naturale in cui viene fuori che questo è vero.
(Sir Terry Pratche)

In ogni poesia, c’è una lotta segreta tra l’infinito del sentimento e il finito del linguaggio nel quale questo infinito viene rinchiuso senza essere limitato.
(Jules Barbey d’Aurevilly)

Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all’uomo come in effetti è, infinito.
(William Blake)

Alla zampa di ogni uccello che vola è legato il filo dell’infinito.
(Victor Hugo)

L’infinito talvolta si specchia in una goccia per dimenticare la sua immensità quotidiana.
(Fabrizio Caramagna)

L’infinito non esiste. L’universo è finito sebbene illimitato. Non c’è posto per Dio.
(Raymond Queneau)

L’amore è l’infinito abbassato al livello dei barboncini.
(Louis-Ferdinand Céline)

Le nostre menti sono finite, e nonostante queste condizioni di finitezza siamo circondati da possibilità che sono infinite, e lo scopo della vita è cogliere il più possibile da questa infinità.
(Alfred North Whitehead)

Il cielo era così infinito che a guardarlo fisso dava le vertigini
(Haruki Murakami)

L’infinito è nel cuore dell’uomo, e non altrove.
(Henry de Montherlant)

C’è un concetto che corrompe e altera tutti gli altri. Non parlo del Male, il cui limitato impero è l’Etica; parlo dell’Infinito.
(Jorge Luis Borges)

Dio è una sfera infinita, il cui centro è dappertutto e la circonferenza da nessuna parte.
(Blaise Pascal)

L’infinito non è che una parola.
(Giovanni Soriano)

La più larga via verso l’infinito è il dolore.
(Niccolò Tommaseo)

La mira dell’artista deve essere superiore a quella dell’arciere poiché punta all’infinito…
(Valentino Zeichen)

Non solo il numero degli atomi, ma anche quello dei mondi è infinito.
(Epicuro)

C’è un concetto che corrompe e confonde tutti gli altri. Non parlo del Male il cui limitato impero è l’etica; parlo dell’Infinito.
(Jorge Luis Borges)

Solo due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima.
(Albert Einstein)

Essendo infinito il Desiderio dell’Uomo,
il possesso è l’Infinito,
e lui stesso è l’Infinito.
(William Blake)

Ma di certo, l’enigma più grande e straordinario, ancora più che l’universo, è la nostra mente, di cui ancora sappiamo tanto poco, molto meno di quello che essa ha capito dell’universo.
(Margherita Hack)

Se l’Infinito fosse un Libro, non potrebbe contenere né la sua prima né la sua ultima pagina; ma – dovendo contenere tutte le altre prime e ultime pagine – e non potendo mai smettere di escludere le proprie – dovrebbe prima o poi rassegnarsi a riconoscere di essere un Plagiario.
(Roberto Morpurgo)

Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito.
(Antoine de Saint-Exupéry)

Ma alla fine, cos’è un uomo nella natura? Un nulla davanti all’infinito, un tutto davanti al nulla, qualcosa di mezzo tra il nulla e il tutto, infinitamente lontano dal comprendere gli estremi. Il fine e il principio delle cose gli sono inesorabilmente nascosti da un segreto impenetrabile.
(Blaise Pascal)

Ci sono infiniti numeri tra zero e uno. C’è 0,1 e 0,12 e 0,112 e una lista infinita di altri numeri. Naturalmente c’è una serie infinita di numeri ancora più grande tra zero e due, o tra zero e un milione. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti. Ce l’ha insegnato uno scrittore che un tempo abbiamo amato. Ci sono giorni, e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò e, Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.
(Colpa delle stelle)

L’infinito è la libertà che non ha bisogno di libertà, non avendo più un luogo dove fuggire.
(Sorin Cerin)

Chi cerca l’infinito non ha che da chiudere gli occhi.
(Milan Kundera)

Ed è in certi sguardi che s’intravede l’infinito.
(Franco Battiato)

Non accontentarti dell’orizzonte. Cerca l’infinito.
(Jim Morrison)

L’amore è un frammento di infinito caduto sulla terra.                                                                                        (Anonimo)

Ogni cosa o è principio o deriva da un principio: ma dell’infinito non c’è principio, ché sarebbe il suo limite. Inoltre è ingenerato e incorruttibile, in quanto è un principio, perché di necessità ogni cosa generata deve avere una fine e c’è un termine di ogni distruzione. Perciò, come diciamo, esso non ha principio, ma sembra essere esso principio di tutte le altre cose e tutte abbracciarle e tutte governarle, come dicono quanti non ammettono altre cause oltre l’infinito.
(Aristotele)

In me trova spazio tutto quello che l’infinito non riesce a contenere.
(Mirko Badiale)

L’infinito noi lo pensiamo, nonostante la nostra mente sia finita, perché possiamo immaginarci quali sono i limiti, e costruire una teoria su quali sono i nostri limiti.
(Piergiorgio Oddifreddi)

La linea dell’infinito comincia dalla linea della nostra mano
(Ionut Caragea)

Cosa direbbe l’Universo se l’Infinito chiedesse più Spazio?
(Fulvio Fiori)

Per vedere un mondo in un granello di sabbia / e un paradiso in un fiore selvatico, / tieni l’infinito nel palmo della tua mano, / e l’eternità in un’ora.
(William Blake)

L’Infinito, la patria dei poeti.
(Emilio Rega)

L’Infinito non serba nulla all’infuori dell’Amore, poiché esso è della sua stessa sostanza.
(Kahlil Gibran)

Nulla è per lo spirito più raggiungibile che l’infinito.
(Novalis)

Verso l’infinito e oltre.
(Buzz Lightyear, dal film Toy Story)

L’infinito è nel finito di ogni istante.
(Proverbio)

Qualunque cosa ci richiama l’idea dell’infinito è piacevole per questo, quando anche non per altro. Così un filare o un viale d’alberi di cui non arriviamo a scoprire il fine. Questo effetto è come quello della grandezza, ma tanto maggiore quanto questa è determinata, e quella si può considerare come una grandezza incircoscritta.
(Giacomo Leopardi)

Non vale, il titolo di Mister Universo lo vince sempre l’Infinito!
(Fulvio Fiori)

Il numero di Realtà è infinito. Il numero di ogni sottoclasse di Realtà è infinito. Ad esempio, il numero di Realtà che contengono l’Eternità è infinito, il numero di Realtà che non la contengono è infinito, il numero di Realtà in cui l’Eternità esiste ma viene abolita è infinito.
(Isaac Asimov)